menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giovanni Nasta (Credits: Renato Franceschin)

Giovanni Nasta (Credits: Renato Franceschin)

Malattia incurabile, l'imprenditore Giovanni Nasta muore a 65 anni

Originario della provincia di Salerno, viveva a Preganziol e a Casier aveva fondato la sua azienda leader nel settore degli impianti audio. Lascia una moglie e tre figli

Nella mattinata di domenica 10 maggio è mancato all'affetto dei suoi cari l'imprenditore Giovanni Nasta. Da tempo stava lottando contro una grave malattia che lo ha stroncato a 65 anni.

Originario di Corbara, piccolo Comune della provincia di Salerno, si era stabilito ormai da diversi anni in provincia di Treviso. A Preganziol aveva comprato casa e messo su famiglia con l'amata moglie Donatella. La coppia aveva tre figli: Bartolomeo, Riccardo ed Elisabetta. A Casier, invece, Giovanni Nasta nel 1989 aveva aperto la sua azienda diventata negli anni un vero e proprio punto di riferimento nel settore delle casse acustiche. Opera Loudspeakers è stato il coronamento della sua carriera, iniziata come rappresentante di casse audio per grandi marchi come Hitachi. Alla fine degli anni Ottanta l'illuminazione: Nasta ha costruito, con l'aiuto di un falegname, il primo prototipo di una sua personale cassa acustica e l'ha mandato a un collega inglese per avere un suo parere. Quel prototipo lo aveva portato a diventare il titolare di un'azienda oggi leader internazionale nel settore degli impianti audio e che oggi lo ricorda con queste parole: «La scomparsa di Giovanni è una grandissima perdita per tutti noi. Lo annunciamo con dolore a tutti quelli che lo hanno conosciuto, a tutti quelli che in questi anni si sono avvicinati ai prodotti della Opera Loudspeakers e della Unison Research. Quello che Giovanni Nasta ha creato è destinato a sopravvivergli. Ci ha lasciato un’azienda sana, ricca di progetti e di idee. Ha formato un team di professionisti entusiasti e competenti, e la sua esperienza, la sua sensibilità e la sua creatività ci guideranno nel continuare il suo lavoro. La nostra missione ora è portare avanti la sua eredità, con la stessa immutata visione».

Grande il cordoglio per la scomparsa dell'imprenditore anche a Corbara, nel Salernitano, dove il sindaco del paese, Pietro Petrangelo, ha condiviso su Facebook questo messaggio di cordoglio per omaggiarlo e ricordarlo: «Sono profondamente addolorato per la dipartita di Giovanni Nasta, corbarese di origine e nostro concittadino onorario venuto a mancare in queste ore. Imprenditore stimato e conosciuto a livello internazionale, pur residente in Veneto, non aveva mai fatto mancare il suo contatto e amore per il suo territorio di origine. Uomo operoso, dedito con passione al suo lavoro e creatività che oggi ricordiamo con una preghiera e il cordoglio che esprimiamo alla sua famiglia» ha detto il primo cittadino. Oltre all'amata moglie Donatella e ai suoi tre figli, Giovanni Nasta lascia anche la sorella Rachele, colleghi e tantissimi amici molto legati a lui. I funerali si terranno in forma strettamente privata presso il cimitero di Preganziol.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Con un "gratta e vinci" da 5 euro ne vince 500mila

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Si finge fruttivendolo, deruba un 61enne e fugge

  • Attualità

    Giornata della memoria: le iniziative a Treviso e provincia

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento