Malattia incurabile, l'imprenditore Giovanni Nasta muore a 65 anni

Originario della provincia di Salerno, viveva a Preganziol e a Casier aveva fondato la sua azienda leader nel settore degli impianti audio. Lascia una moglie e tre figli

Giovanni Nasta (Credits: Renato Franceschin)

Nella mattinata di domenica 10 maggio è mancato all'affetto dei suoi cari l'imprenditore Giovanni Nasta. Da tempo stava lottando contro una grave malattia che lo ha stroncato a 65 anni.

Originario di Corbara, piccolo Comune della provincia di Salerno, si era stabilito ormai da diversi anni in provincia di Treviso. A Preganziol aveva comprato casa e messo su famiglia con l'amata moglie Donatella. La coppia aveva tre figli: Bartolomeo, Riccardo ed Elisabetta. A Casier, invece, Giovanni Nasta nel 1989 aveva aperto la sua azienda diventata negli anni un vero e proprio punto di riferimento nel settore delle casse acustiche. Opera Loudspeakers è stato il coronamento della sua carriera, iniziata come rappresentante di casse audio per grandi marchi come Hitachi. Alla fine degli anni Ottanta l'illuminazione: Nasta ha costruito, con l'aiuto di un falegname, il primo prototipo di una sua personale cassa acustica e l'ha mandato a un collega inglese per avere un suo parere. Quel prototipo lo aveva portato a diventare il titolare di un'azienda oggi leader internazionale nel settore degli impianti audio e che oggi lo ricorda con queste parole: «La scomparsa di Giovanni è una grandissima perdita per tutti noi. Lo annunciamo con dolore a tutti quelli che lo hanno conosciuto, a tutti quelli che in questi anni si sono avvicinati ai prodotti della Opera Loudspeakers e della Unison Research. Quello che Giovanni Nasta ha creato è destinato a sopravvivergli. Ci ha lasciato un’azienda sana, ricca di progetti e di idee. Ha formato un team di professionisti entusiasti e competenti, e la sua esperienza, la sua sensibilità e la sua creatività ci guideranno nel continuare il suo lavoro. La nostra missione ora è portare avanti la sua eredità, con la stessa immutata visione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grande il cordoglio per la scomparsa dell'imprenditore anche a Corbara, nel Salernitano, dove il sindaco del paese, Pietro Petrangelo, ha condiviso su Facebook questo messaggio di cordoglio per omaggiarlo e ricordarlo: «Sono profondamente addolorato per la dipartita di Giovanni Nasta, corbarese di origine e nostro concittadino onorario venuto a mancare in queste ore. Imprenditore stimato e conosciuto a livello internazionale, pur residente in Veneto, non aveva mai fatto mancare il suo contatto e amore per il suo territorio di origine. Uomo operoso, dedito con passione al suo lavoro e creatività che oggi ricordiamo con una preghiera e il cordoglio che esprimiamo alla sua famiglia» ha detto il primo cittadino. Oltre all'amata moglie Donatella e ai suoi tre figli, Giovanni Nasta lascia anche la sorella Rachele, colleghi e tantissimi amici molto legati a lui. I funerali si terranno in forma strettamente privata presso il cimitero di Preganziol.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento