rotate-mobile
Attualità Godega di Sant'Urbano

A Bibano di Godega di Sant’Urbano arriva la fognatura

Il presidente di Piave Servizi, Alessandro Bonet: «Un momento storico, i cittadini lo aspettano da anni». Con l’occasione, sarà eseguita anche la sostituzione di 1.500 metri di condotte di acquedotto

È un cantiere atteso quello avviato nelle ultime settimane da Piave Servizi a Bibano: porterà finalmente la fognatura anche nel Comune di Godega di Sant’Urbano. L’intervento, in corso lungo via Bibano di Sotto, Stort e Belcorvo, consentirà la realizzazione dei primi 1.100 metri di tubazioni, iniziando a colmare un vuoto di servizio che al momento riguarda circa 6.000 residenti tra frazioni e capoluogo. Il progetto rientra nell’impegno del gestore idrico per ammodernare le infrastrutture sul territorio. “E’ un momento storico, i cittadini aspettano questi lavori da molti anni e siamo estremamente orgogliosi di annunciarli – spiega il presidente di Piave Servizi, Alessandro Bonet - Rappresentano un passo in avanti importante per quanto riguarda la qualità del servizio erogato ai residenti, al momento serviti da fosse settiche, ma anche per l’ambiente, perché permettono di migliorare il processo di depurazione e quindi la qualità dell’acqua restituita in natura”.

Il primo stralcio dell’intervento, inaugurato ufficialmente lo scorso anno con la realizzazione del tratto di condotte in via Belcorvo, prosegue in questi giorni lungo via Stort e si chiuderà in via Bibano di Sotto solamente con la chiusura delle scuole, per evitare intralci al trasporto pubblico. “Terminati questi lavori - spiega l’ingegnere Anna Boscarato, dell’ufficio Programmazione, Progettazione e Direzione lavori-, in futuro è prevista la realizzazione di un ulteriore tratto di rete nella vicina Gaiarine, progetto attualmente in fase d’appalto, e la realizzazione dell’impianto di sollevamento che convoglierà il refluo in arrivo da via Belcorvo verso l’impianto di depurazione di Campomolino”.

«Da molti anni si parla dell’arrivo della fognatura a Godega e finalmente i lavori sono iniziati – commenta la sindaca Paola Guzzo – Ringrazio Piave Servizi per un intervento importante, a beneficio dei cittadini e dei nostri ecosistemi: la sostenibilità è una tematica sempre più sentita, in particolare dai più giovani, che ormai crescono nell’ottica del rispetto ambientale».

Contestualmente al cantiere, Piave Servizi eseguirà anche la sostituzione di 1.500 metri di condotte di acquedotto, ormai datate e inadeguate agli attuali standard di pressione, per un investimento che nel complesso, compresi i lavori alla fognatura, ammonta a 1.500.000 euro.

«Sono veramente soddisfatto nel celebrare un simile traguardo, colmiamo un gap territoriale importante. Raccogliamo il frutto di una programmazione ambiziosa che, come sappiamo, ci ha permesso di passare dai tradizionali 5 milioni di euro d’investimenti all’anno ai 20 milioni di euro in programma nel 2022 – sottolinea il presidente Bonet – Si tratta di un processo di crescita evidente per la nostra realtà, che non sarebbe stato possibile senza una strategia sul lungo periodo, la trasformazione di Piave Servizi in Spa e l’adozione di un nuovo piano industriale basato sulla razionalizzazione dei processi e l’efficientamento delle risorse interne ed esterne».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Bibano di Godega di Sant’Urbano arriva la fognatura

TrevisoToday è in caricamento