rotate-mobile
Attualità Pieve del Grappa

Dorsale del Grappa: presentato il progetto d'intervento e di messa in sicurezza

L'incontro di Crespano si è focalizzato sui lavori urgenti di messa in sicurezza e consolidamento delle tre gallerie naturali che si avvicendano lungo il settore più ripido del versante sud-orientale del massiccio del Grappa, aree interdette al traffico e ad alta pericolosità per i frequenti episodi di caduta massi

Messa in sicurezza delle gallerie del Grappa, presentato il progetto d’intervento.  Si è svolta nei giorni scorsi, negli spazi di Palazzo Reale a Crespano di Pieve del Grappa, una riunione tra gli Enti e le Amministrazioni chiamati a esprimersi, in sede di Conferenza dei Servizi, per il via libera definitivo a procedere con la realizzazione dell’intervento di messa in sicurezza della “Dorsale del Grappa”, finanziato dalla Provincia di Treviso con un milione di euro, opera attesa ormai da tempo. Oltre alla Provincia di Treviso, rappresentata proprio dal presidente Stefano Marcon, erano presenti l'Area Tutela e Sviluppo del Territorio - Direzione Operativa – Unità Organizzativa Forestale EST zona Treviso-Venezia della Regione Veneto, l'Unità Organizzativa Genio Civile di Treviso, il Comune di Pieve del Grappa, l'Associazione I.P.A Terre di Asolo e Monte Grappa, l'Unione Montana del Grappa e il Comando Carabinieri Forestali dello Stato di Asolo. Coinvolto anche Studio Dolomiti Engineering, che ha redatto la progettazione.

Nello specifico, l'intero progetto, finanziato dalla Provincia con un milione di euro, prevede una serie di interventi sulla S.P.N. 141 “Dorsale del Grappa” finalizzati al miglioramento delle condizioni di sicurezza nel tratto di viabilità tra il km 20+500 e il km 21+500, compreso il consolidamento delle gallerie naturali esistenti in comune di Pieve del Grappa.

L'incontro di Crespano si è focalizzato sui lavori urgenti di messa in sicurezza e consolidamento delle tre gallerie naturali che si avvicendano lungo il settore più ripido del versante sud-orientale del massiccio del Grappa, aree interdette al traffico e ad alta pericolosità per i frequenti episodi di caduta massi: questi i motivi che rendono necessario l'intervento sulle gallerie, realizzate durante il primo conflitto mondiale e attualmente impraticabili proprio a causa della forte instabilità.

Gli interventi finanziati riguardano, in dettaglio, il  consolidamento statico mirato delle volte delle gallerie, la captazione delle acque di percolazione con dreni e sistemi di smaltimento interni alle gallerie,  la manutenzione-riparazione-rafforzamento dei rivestimenti  in corrispondenza degli imbocchi, il riutilizzo del materiale disgaggiato durante le fasi di manutenzione/svuotamento delle reti esistenti, e di quello che sarà prodotto durante il cantiere,  per la sistemazione del sottofondo stradale della viabilità sterrata vicina alla malga "Cason del Sol", situata ad una distanza di circa 2,5 km dal cantiere delle gallerie. 

«Dopo lo stanziamento di 1 milione di euro, passiamo dunque al concreto, come la Provincia è solita fare – spiega Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso – l’obiettivo è ovviamente quello di mettere in sicurezza una volta per tutte un’arteria stradale fondamentale per le zone del grappa, strategica sia per i turisti che per i malgari, gli abitanti e le imprese locali, di fatto l'unica viabilità in grado di collegare le attività turistico-silvo-pastorali del Grappa».

gallerie grappa (2)(1)-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dorsale del Grappa: presentato il progetto d'intervento e di messa in sicurezza

TrevisoToday è in caricamento