Monte Grappa riserva Unesco: «Vantaggi per le imprese e per il territorio»

Alessandro Conte, presidente di CNA Veneto: «L’organismo che si occuperà della futura governance del Monte Grappa dovrà tenere conto del ruolo strategico delle piccole imprese e delle imprese artigiane che animano quel territorio e impegnarsi per la loro valorizzazione»

Cima Grappa

Le forze economiche e sociali stanno lavorando da anni per valorizzare le caratteristiche di un’area molto importante della provincia di Treviso, Belluno e Vicenza, il Monte Grappa, coordinandosi con le rappresentanze locali con le quali stanno definendo un dossier per chiedere il riconoscimento del Grappa a riserva della biosfera Mab Unesco. È importante che questo sforzo di valorizzazione del territorio abbia finalmente anche il sostegno del Consiglio regionale del Veneto, che ieri ha approvato una mozione a sostegno della candidatura.

«Un passo in avanti nel grande progetto sostenuto fin dal principio da tutta la CNA del Veneto nelle sue diverse articolazioni – afferma Alessandro Conte, presidente di CNA Veneto -. Il riconoscimento Unesco del Grappa porterà vantaggi economici alle imprese e ai cittadini di quel territorio e sarà certamente un ottimo volano di sviluppo. L’organismo che si occuperà della futura governance del Monte Grappa dovrà tenere conto del ruolo strategico delle piccole imprese e delle imprese artigiane che animano quel territorio e impegnarsi per la loro valorizzazione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La candidatura dell’area Grappa-Asolano a riserva della biosfera qualifica questo territorio che si caratterizza per un’appropriata gestione del territorio e conservazione della biodiversità e per un utilizzo sostenibile delle risorse naturali a beneficio delle comunità locali – afferma Angelina Tedesco, direttrice di CNA Asolo  - La CNA partecipa a questo progetto con l’obiettivo di mettere insieme conservazione e sviluppo consapevole, mettendo le condizioni per la  imprenditorialità basate sulle peculiarità locali e sui valori del territorio».   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento