rotate-mobile
Attualità Maserada sul Piave / Viale Caccianiga

Infiltrazione d'acqua nei tubi del metano: 2500 persone restano senza gas

Un grave guasto all'impianto di un privato ha mandato in tilt la rete del gas a Maserada. Comune al lavoro da lunedì con oltre quaranta tecnici. Il ripristino è atteso in giornata

Oltre quaranta tra tecnici e operai di Ap Reti Gas, società del gruppo Ascopiave che gestisce la rete del metano, hanno lavorato per tutta la mattinata di lunedì 15 ottobre a Maserada per capire le cause e la provenienza di un'infiltrazione d’acqua nelle condotte di distribuzione del gas metano che ha determinato l’interruzione del servizio di fornitura del gas alle famiglie e alle attività di una vasta area della città.

Nel tardo pomeriggio di lunedì è stata individuata l’origine del guasto nella proprietà di un cittadino privato e le squadre di pronto intervento hanno operato fino a tarda ora per predisporre il lavoro che martedì 16 ottobre dovrà essere eseguito. Attraverso un complesso sistema di sonde bisognerà ripulire le tubature dai residui di acqua e mettere in sicurezza gli impianti di distribuzione prima di riprendere l’erogazione del servizio. Dalle ore 8.30 di martedì mattina è stato chiuso al traffico viale Caccianiga, garantendone l’accesso solo ai residenti. Il Comune raccomanda di transitare in zona solo ed esclusivamente nei casi di bisogno per dare modo alle squadre di intervento di lavorare in modo spedito e in sicurezza. Entro la fine della giornata il servizio dovrebbe essere ripristinato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infiltrazione d'acqua nei tubi del metano: 2500 persone restano senza gas

TrevisoToday è in caricamento