rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità Villorba / Via della Cartiera

Hub vaccinale nella Marca: l'Ulss 2 sceglie l'ex Maber di Villorba

Operai già al lavoro: apertura prevista entro una decina di giorni. Sarà il centro vaccini più grande del Veneto. L'Ulss 2 chiede maggiori forniture per le 10mila vaccinazioni al giorno

Dopo aver scartato l'ex Pagnossin di Treviso, l'aeroporto "Canova" e l'area industriale di Benetton a Castrette, l'Ulss 2 ha scelto l'ex Maber di Villorba come sede del suo nuovo hub vaccinale per la provincia di Treviso.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", l'apertura del nuovo punto vaccini sarebbe imminente: gli operai sono al lavoro da alcuni giorni nell'ex stabilimento industriale per renderlo agibile. Entro una decina di giorni la struttura potrebbe già essere operativa, diventando a tutti gli effetti il più grande hub vaccinale presente in Veneto. L'apertura del nuovo centro vaccini porterà molto probabilmente alla chiusura del Bocciodromo di Villorba, mentre restano confermati tutti gli altri centri vaccinali sparsi nella Marca. Per dare il via al nuovo hub vaccinale però l'Ulss 2 ha chiesto un aumento delle forniture di vaccini con la speranza di raggiungere le 10mila vaccinazioni giornaliere. La Maber di Villorba era fallita nel 2012: oggi l'area industriale è di proprietà di Bruno Zago, imprenditore del gruppo Pro-Gest. Il progetto del nuovo hub vaccinale punta quindi a dare nuova vita all'intero complesso industriale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hub vaccinale nella Marca: l'Ulss 2 sceglie l'ex Maber di Villorba

TrevisoToday è in caricamento