rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità Cornuda / Via Giocondo Zilio, 2

Nonna Ida spegne cento candeline: festa a Villa Fiorita

Nuova centenaria alla casa di riposo di Cornuda: la signora Ida De Lucchi ha ricevuto la visita dei parenti e dei sindaci Claudio Sartor e Marco Turato, primo cittadino di Pederobba, suo paese d'origine

Nuovo compleanno record a Villa Fiorita di Cornuda: venerdì 3 dicembre la signora Ida De Lucchi ha spento 100 candeline ed è stata festeggiata in piena sicurezza dal personale della struttura, dai familiari, amici e i sindaci di Cornuda e Pederobba. Non sono mancati fiori e torta. Marco Turato, sindaco di Pederobba, paese natale della signora, ha portato i suoi saluti alla signora Ida insieme a Claudio Sartor, sindaco di Cornuda che ha portato personalmente i suoi omaggi alla nuova centenaria.

Villa Fiorita Ida 1-2

Classe 1921, Ida De Lucchi è la più grande di cinque fratelli ed è l’unica ancora in vita. Cresciuta con la famiglia a Pederobba, a 10 anni ha iniziato a lavorare in filanda e poi, dopo tre o quattro anni, come molte ragazze di quel tempo, ha preso servizio presso una famiglia di Torino, in Piemonte. Nel dopoguerra, a 25 anni, sposa il suo caro Onorato e ha ben 4 figli: 2 maschi, purtroppo morti alla nascita - come spesso succedeva - e 2 figlie che invece sono sopravvissute: Rita e Fiorenza. La vita di Ida è una fotografia delle famiglie del '900: sposarsi e vivere in una grande famiglia contadina, con suoceri, nuore, generi, figli e nipoti e cercare di ottenere dei frutti da quella dura terra lavorata a mezzadria. Una vita piena ma non certo facile, soprattutto per il delicato equilibrio da costruire tra le varie parti della famiglia, cercando il modo di andare tutti d’accordo. Un compito che Ida porta avanti con convinzione e dedizione, dimostrando in più occasioni uno spirito moderno che tutt’ora la contraddistingue. Con l'arrivo delle prime fabbriche, Ida è andata a lavorare in quel mondo per migliorare la situazione della famiglia, per potersi costruire la casa e per mandare le figlie a scuola. Conserva tutt'ora una spiccata vivacità e i modi gentili di una donna che ha sofferto ma che con grande forza d'animo ha sempre reagito alle vicissitudini della vita.

Villa Fiorita Ida 3-2

«Siamo molto felici di festeggiare l’importante traguardo di Ida - concludono la presidente di Villa Fiorita, Cinzia Forner, e la direttrice Tania Santi - per noi è una gioia organizzare e prendere parte a questi momenti di condivisione e di spensieratezza, essenziali in un momento ancora difficile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nonna Ida spegne cento candeline: festa a Villa Fiorita

TrevisoToday è in caricamento