menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Imprenditrice cinese dona 3mila mascherine alle famiglie di Altivole

Splendida donazione da parte di una 47enne residente nella Marca da quasi 25 anni. Il sindaco Chiara Busnardo: «La Protezione Civile consegnerà le mascherine casa per casa»

Un’imprenditrice d’origine cinese ha donato 3mila mascherine al Comune di Altivole. Grazie a lei ogni nucleo familiare altivolese potrà averne una. «Risiedo qui da quasi 25 anni, considerò Altivole la mia seconda città dopo quella natale».

Si chiama Valentina, ha 47 anni, tre figli nati in Italia e non vorrebbe comparire la benefattrice che ha già fatto recapitare le mascherine al Comune, chiedendo di distribuirle ai cittadini: «è un piccolo gesto, quasi me ne vergogno perché avrei voluto fare di più, so che non bastano per tutti (7mila i residenti di Altivole, circa 2600 i nuclei familiari), ma non ne ho trovate altre. Ho fatto diverse chiamate finchè ho trovato queste». Le mascherine sono state prodotte da amici cinesi di Valentina, che gliele hanno vendute. A ringraziarla a nome di tutti i cittadini il sindaco Chiara Busnardo: «Grazie di cuore da parte di tutti». Da giorni i cittadini chiedevano aiuto anche al Comune per reperire il più ambito dispositivo di protezione individuale. «I volontari della Protezione Civile passeranno casa per casa a distribuire le mascherine in questi giorni - comunica il primo cittadino - L’indicazione è che venga utilizzata da chi si reca fuori casa per gli approvvigionamenti di generi alimentari e medicinali». La storia di Valentina è un esempio per tutti: «Quando sono arrivata ad Altivole ho conosciuto Bruna Reginato (moglie dell’ex sindaco di Montebelluna Silverio Zaffaina venuta a mancare la scorsa estate ndr), mi ha dato in locazione un appartamento di sua proprietà dove vivo tuttora, ma soprattutto mi ha aiutata molto, senza chiedermi nulla in cambio», ricorda Valentina. «Le ho chiesto come avrei potuto sdebitarmi. Mi ha solo detto: quando avrai anche tu la possibilità di aiutare gli altri, fallo”. Ora Bruna non c’è più ma il suo insegnamento resta. Le persone che vivono qui sono sempre state molto accoglienti con me e so che cercavano le mascherine, senza trovarle». Ieri la notizia del gesto di solidarietà è stata diffusa su Facebook, tramite la pagina del sindaco Chiara Busnardo: sono tanti i cittadini che, dalle proprie case, hanno espresso via web il loro ringraziamento. L’esigenza delle mascherine è così sentita che c’è chi ha chiesto come verranno recapitate nel caso in cui si sia fuori casa per lavoro. E c’è chi ha espresso il desiderio di conoscere personalmente Valentina non appena sarà possibile. «Quando usciremo dall'emergenza ringrazieremo la nostra generosa concittadina durante un Consiglio comunale», comunica il sindaco Busnardo. «I volontari della Protezione Civile lasceranno le mascherine nelle cassette della posta, imbustate e dunque protette. Nessuno dovrà dunque uscire di casa. La raccomandazione resta inoltre quella di non aprire mai ad estranei».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento