Inaugurata vicino al Piave la nuova area di sosta da 57 posti auto gratuiti

Il sindaco Villanova: "Il progetto va a incentivare la ricezione turistica di questo luogo ricco di percorsi naturalistici e capace di ospitare varie attività anche grazie al vicino anfiteatro"

Nella mattinata di sabato, alla presenza di alcune decine di cittadini e turisti, è stata inaugurata la nuova area di sosta da 57 posti auto gratuiti in via Grave a Falzè di Piave, a pochi passi dal fiume sacro alla Patria. Ecco una sintesi dei discorsi che hanno preceduto la benedizione del parroco don Mirko Dalla Torre e il taglio del nastro da parte del sindaco di Sernaglia della Battaglia Mirco Villanova, che ha ringraziato “tutti i cittadini che oggi hanno voluto essere presenti a questo importante traguardo. Ringrazio le autorità presenti e tutti gli addetti ai lavori, gli uffici comunali competenti, la responsabile del procedimento Maria Contessotto che con competenza, dedizione e professionalità hanno realizzato questo progetto. Ringrazio l'architetto progettista Eros Barazza, la M. C. di Volpago del Montello che ha eseguito i lavori e Alto Trevigiano Servizi".

"Quest'opera - continua il sindaco - è costata 135.000 euro, coperti anche grazie a un consistente contributo di 100.000 euro del Consorzio BIM Piave Treviso, che ringrazio. È un'opera ereditata dalla giunta Fregolent, che ha saputo portare avanti un’idea estremamente importante per il nostro territorio. Oggi, questa amministrazione comunale inaugura un progetto che vuole valorizzare l’area cercando di rendere più agevoli il traffico e la sosta e quindi la presenza dei turisti, offrendo anche nuovi servizi igienici. Allo stesso tempo, questo progetto va a incentivare la ricezione turistica di questo luogo ricco di percorsi naturalistici e capace di ospitare varie attività anche grazie al vicino anfiteatro. Auspico che questa nuova area di sosta, che è al servizio di tutti, possa essere utilizzata in modo corretto e rispettoso da parte di ognuno” ha concluso il sindaco.

L'architetto Barazza ha ricordato che “l'intervento è partito in accordo con la Soprintendenza con l'obiettivo di eliminare il meno possibile ciò che c'era, ovvero piante e alberature. Abbiamo cercato di coniugare il numero di posti auto con il mantenimento delle preesistenze. I materiali utilizzati per l'area di sosta dovevano “ripetere” quelli che troviamo nei percorsi lungo la Piave e nella Piave stessa. È stato realizzato anche un servizio igienico accessibile ai portatori di handicap con sistema autopulente e docce”.

Mario Collet, intervenuto come consigliere del consorzio BIM Piave, ha spiegato che “quest'opera rientra nel piano strategico collegato alla pista ciclabile del fiume Piave. Quando il Comune ha proposto questa sistemazione noi siamo stati ben contenti perché forse è la prima opera che si inaugura a supporto di quella pista, che attualmente è arrivata fino a Santa Lucia. Adesso stiamo salendo verso nord, e questa diventerà un'area strategica. Grazie per avere portato a compimento quest'area di sosta in tempi brevissimi. Auguro a tutti di poterla usufruire civilmente”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prima della benedizione del parroco è intervenuta Sonia Fregolent, senatrice della Repubblica, consigliere comunale ed ex sindaco: “Mi unisco ai ringraziamenti già fatti dal sindaco, ringrazio anche gli Alpini di Falzè che oggi si sono resi disponibili per il brindisi inaugurale di quest'opera che diventerà strategica non solo all'interno del progetto della pista lungo il Piave ma per un territorio che può diventare fondamentale dopo il riconoscimento delle Colline del Prosecco come patrimonio dell'Unesco, e all'interno di un progetto più ampio che è il “Manifesto per le terre dell'acqua”, al quale stiamo lavorando e che potrebbe dare risvolti di tipo turistico molto significativi. Questo vuol dire portare turisti, portare ricettività, dare risposte anche di tipo economico fondamentali per un tessuto come il nostro. La valorizzazione del territorio è un punto qualificante del nostro programma e anche dell'amministrazione comunale precedente. Ringrazio chi insieme a me ha voluto, pensato e avviato quest'opera. Ringrazio il sindaco e tutti gli enti gestori che oggi sono qui, la ditta che ha realizzato l'opera, tutti coloro i quali hanno lavorato per permettere che le auto, che a volte venivano parcheggiate in modo un po' disordinato, trovino ordine in quest'area bellissima e che spero venga sempre più apprezzata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • I 6 piatti trevigiani che non possono mancare sulle tavole d'autunno

  • Auto sbanda e si ribalta, conducente in ospedale: è gravissima

  • Mascherina indossata per troppo tempo, studente si sente male

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento