Attualità

Nuovo Dpcm, Zaia: «Abbiamo chiesto di non limitare l'asporto alle 18»

Giovedì 14 gennaio il punto stampa del Governatore dopo la videoconferenza con il Governo: «Indice Rt a 0.96 resteremo zona arancione. Vaccini Moderna solo agli Over 80»

Luca Zaia e Manuela Lanzarin (Foto d'archivio)

«Ad oggi l'indice Rt in Veneto oscilla tra 0.95 e 0.96, dovremmo essere in zona gialla ma visto che il Governo ci considera "ad alto rischio" saremo ancora zona arancione. Gli spostamenti tra Comuni restano vietati».

Giovedì 14 gennaio, il nuovo punto stampa sull'emergenza Covid in Veneto tenuto da Luca Zaia e dall'assessore Manuela Lanzarin: «Questa mattina abbiamo fatto una videoconferenza con il Governo per parlare del nuovo Dpcm. Non abbiamo ancora letto il testo ufficiale. Abbiamo chiesto però di non limitare l'asporto alle 18 per bar e ristoranti ma di lasciarlo alle 22 com'è oggi. Gli spostamenti tra regioni saranno vietati fino al 15 febbraio e non più fino al 15 marzo. Da domani nel bollettino nazionale dovrebbe essere inserita anche la colonna dei tamponi rapidi fatti. Il parametro dell'incidenza non verrà più considerato perché considerato poco omogeneo. I tamponi fatti in Veneto non sono paragonabili a quelli di altre regioni. E' stato inserito il tema dell'alto rischio che tiene conto dei numeri sull'ospedalizzazione. Sui vaccini - spiega Zaia - dico che abbiamo seguito le parole di Arcuri e stiamo facendo magazzino per somministrare le seconde dosi. La fornitura di vaccini Pfizer continuerà con 40mila dosi a settimana. Il 29 gennaio ci sarà la valutazione sui vaccini Astrazeneca. Se riceveranno il via libera, entro giugno dovremmo essere in grado di completare le vaccinazioni ai veneti entro giugno 2021. Dobbiamo fare in modo che i ricoveri non tornino a salire. Adesso i dati del Veneto stanno scendendo mentre nelle altre regioni italiane hanno ripreso a salire. Dobbiamo evitare capiti anche a noi». In chiusura un commento sulla crisi di Governo: «Sono contrario all'ipotesi di indire nuove elezioni con l'emergenza pandemica ancora in corso. Le regioni sono stabili e solide. Le possibilità saranno o un Conte ter oppure un nuovo premier nominato dal Capo dello Stato. Mi auguro che la crisi si risolva presto. Penso che il nuovo Dpcm sarà diffuso entro stasera» ha concluso il Governatore. 

Il bollettino di Azienda Zero

Su 41197 tamponi fatti sono 2076 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore. 79825 i casi attualmente positivi, 3220 i ricoverati negli ospedali (128 in meno di ieri) di cui 351 ricoveri in terapia intensiva (-9). Altri 101 morti in più rispetto a ieri. 87147 le dosi di vaccino già somministrate in Veneto, il 75% del totale. Le 7800 dosi Moderna destinate al Veneto saranno dedicate solo agli Over 80. Ospedali e case di riposo dovrebbero ricevere tutti la seconda dose entro fine gennaio. L'adesione nelle case di riposo e negli ospedali si attesta all'80%. 

Il video della diretta

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Dpcm, Zaia: «Abbiamo chiesto di non limitare l'asporto alle 18»

TrevisoToday è in caricamento