Colpito da un infarto dopo aver caricato il camion: muore a 58 anni

Andrzej Forys, originario del sud della Polonia, ha perso la vita nella notte tra lunedì 16 e martedì 17 novembre nel parcheggio della Friul Intagli a Portobuffolè

La sede di Friul Intagli (Foto d'archivio)

Un malore improvviso nel sonno ha stroncato Andrzej Forys, camionista di 58 anni originario del sud della Polonia. I colleghi l'hanno trovato martedì pomeriggio, 17 novembre, nel parcheggio della ditta Friul Intagli in via Bastie a Portobuffolè.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", Forys era diretto proprio in Polonia per una serie di consegne. I primi sospetti sono iniziati quando la ditta per cui lavorava nel suo Paese non è più riuscita a mettersi in contatto con lui via telefono. Il cellulare suonava sempre a vuoto. Da una prima ricostruzione sembra che il 58enne, dopo aver caricato il camion e trascorso la serata di lunedì 16 novembre con alcuni colleghi, sia andato a dormire presto perché alle 4 di notte sarebbe dovuto partire alla volta della Polonia dov'era atteso nel tardo pomeriggio di ieri. Verso le ore 16 di martedì pomeriggio i titolari della ditta polacca hanno chiamato un collega del camionista vedendo che Forys continuava a non rispondere alle telefonate. Il suo camion era ancora fermo nell'area di sosta dell'azienda di Portobuffolè. Il collega che ha aperto la porta del mezzo ha trovato il 58enne steso sulla sua brandina, privo di vita. I soccorsi, chiamati poco dopo sul posto, non hanno potuto far altro che accertarne il decesso. Sul posto anche i carabinieri di Fontanelle. Il corpo del 58enne verrà sottoposto mercoledì mattina all'autopsia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • A Monastier il primo punto tamponi privato: «Accesso senza prenotazione»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento