rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Attualità Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

Covid, ex infermiere rifiuta le cure in ospedale e muore a 67 anni

Tragedia al Ca' Foncello di Treviso nella giornata di venerdì 31 dicembre. Paolo Peloso ha perso la vita dopo aver chiesto di non essere intubato. Quando ha cambiato idea era ormai troppo tardi

Ha perso la vita a 67 anni Paolo Peloso, ex infermiere dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso risultato positivo al Covid. Ricoverato nell'ospedale in cui aveva lavorato, non si era vaccinato e ha rifiutato le cure per non essere intubato. Quando ha cambiato idea, vedendo che le sue condizioni di salute continuavano a peggiorare, era ormai troppo tardi. Il decesso è avvenuto nel giorno di San Silvestro, venerdì 31 dicembre.

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso", Paolo Peloso abitava con sua moglie Elena e due figlie, Margherita ed Elisa, a Carbonera. Fino a una decina di anni fa aveva lavorato al pronto soccorso di Treviso. La moglie di Peloso, impiegata in area pediatrica, era stata sospesa nei mesi scorsi per non essersi vaccinata contro il Covid. Paolo e la compagna erano entrambi contrari alla vaccinazione anti-Covid nonostante il loro lavoro nel mondo della sanità. La notizia della scomparsa dell'ex infermiere ha lasciato senza parole i colleghi con cui aveva lavorato a Treviso. Il funerale sarà celebrato domani pomeriggio, mercoledì 5 dicembre, alle ore 15 presso la Camera ardente del Ca' Foncello. I familiari hanno chiesto di destinare le eventuali offerte di amici e presenti non all'acquisto di fiori, ma all'aiuto dell'associazione Corvelva, il coordinamento regionale veneto per la libertà delle vaccinazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, ex infermiere rifiuta le cure in ospedale e muore a 67 anni

TrevisoToday è in caricamento