rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

Infermieri non vaccinati ancora in servizio: «Provvedimenti in arrivo»

Il direttore generale dell'Ulss 2, Francesco Benazzi, conferma la presenza di personale in servizio ancora senza copertura vaccinale: «Stanno venendo costantemente monitorati con i tamponi»

Infermieri non vaccinati contro il Covid ancora in servizio negli ospedali dell'Ulss 2: la conferma arriva lunedì 20 dicembre dal direttore generale dell'azienda sanitaria, Francesco Benazzi.

4-ondata-2

«Ad oggi - spiega - non ci risultano contagi tra il personale sanitario ma è vero che in servizio ci sono ancora alcuni infermieri non vaccinati che continuano a lavorare in corsia». Nei loro confronti l'Ulss 2 ha intenzione di prendere al più presto provvedimenti. Con l'entrata in vigore della zona gialla il personale sanitario dovrà sottoporsi ai tamponi ogni 4 giorni. Nel caso dovessero emergere positività tra gli infermieri non vaccinati si saprebbe subito. «Grazie alla documentazione presentata gli infermieri non vaccinati hanno potuto continuare a lavorare nonostante l'obbligo vaccinale - conclude Benazzi - L'importanza dei vaccini resta strategica: 694 i ricoveri risparmiati grazie alla campagna vaccinale di cui 103 in terapia intensiva. Dati ancora più evidenti si confronta l'incidenza dell'anno scorso con quella dei non vaccinati di quest'anno: nel 2020 era di 628,2 casi su 100mila abitanti, nel 2021 i casi di positività tra i non vaccinati sono 1356 su 100mila abitanti. Un dato che per i vaccinati si abbassa a 398 casi su 100mila abitanti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infermieri non vaccinati ancora in servizio: «Provvedimenti in arrivo»

TrevisoToday è in caricamento