Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità

Innovazione tecnologica e digitalizzazione: a Ca' Sugana 419mila euro dallo Stato

L'assessore Manera: «Non solo è stata valutata positivamente la strada intrapresa dai nostri servizi informatici, tra i primi a trasferire le applicazioni in cloud, ma ciò permette di liberare almeno 300mila euro per altri progetti di transizione digitale»

E’ stata ufficializzata da parte del Ministero per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale l’ammissibilità al finanziamento da 419.124 euro dei progetti realizzati dal Comune di Treviso. Le risorse del Pnrr andranno così a liberare i fondi impegnati per il miglioramento dei servizi comunali. In particolare, sono stati effettuati gli aggiornamenti delle applicazioni in cloud per Servizi demografici, Stato Civile, Giudici Popolari, Elettorale, Statistica, Albo Pretorio, Toponomastica, Contabilità e Ragioneria, Economato gestione economica, gestione del personale, Organi istituzionali, Contratti, Programmazione e ordinanze.  

L'applicazione “cloud” è un software al quale si accede principalmente tramite internet. Ciò significa che l'applicazione è gestita da un server e non dal sistema locale dell'utente. Il trasferimento delle applicazioni in cloud ha risvolti positivi, in quanto prevede una gestione dei dati più sicura, efficiente con benefici anche dal punto di vista energetico, visto che nel caso di carico inferiore sui dispositivi gli stessi possono essere posti in modalità di risparmio.

«E’ sicuramente una bella notizia, perché non solo è stata valutata positivamente la strada intrapresa dai nostri servizi informatici, tra i primi a trasferire le applicazioni in cloud, permette di liberare almeno 300 mila euro per altri progetti, sempre in ambito di transizione digitale - afferma l’assessore alla Smart City e struttura organizzativa comunale Alessandro Manera -La Pubblica amministrazione deve essere sempre più attenta al processo di digitalizzazione: l’ammissione dei progetti con conseguente sblocco di altri fondi comunali permetterà di perseguire gli obbiettivi e un ulteriore efficientamento dei servizi da parte dell’Ente. L’obiettivo deve essere quello di semplificare la vita dei cittadini creando un collegamento fra enti in grado di diminuire se non addirittura annullare negli anni i passaggi di carte e perdite di tempo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Innovazione tecnologica e digitalizzazione: a Ca' Sugana 419mila euro dallo Stato
TrevisoToday è in caricamento