Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità

Covid, il Dg Benazzi: «Ricoveri in calo, ma aumentano i contagi nelle scuole»

«Al momento siamo vicini alla fascia gialla dei ricoveri Covid, ma ci preoccupano i dati sui contagli tra gli studenti: oggi, infatti, abbiamo decine di classi in quarantena in tutta la Marca»

Il Dg Benazzi mostra la tabella sul calo dei contagi

«Ad oggi i ricoveri Covid sono in lenta ma costante discesa (-13), mentre le province di Padova e Venezia in tal senso procedono più spedite. Questo, comunque, ci permette di avere liberi a Treviso 24 posti letto al Ca' Foncello e 18 al San Camillo. Se poi guardiamo alle terapie intensive, ad ora abbiamo "solo" 29 postazioni occupate e altre 16 solo libere. Buoni anche i risultati della percentuale di ricoveri Covid sul totale (Covid+non Covid): complessivamente, infatti, in una settimana siamo passati dal 20,3% all'attuale 12,86%. Nello specifico, Treviso ad esempio si assesta poco sopra il 10%, Oderzo intorno al 12%, Vittorio Veneto al 92% (ma qui incide il fatto che l'ospedale locale è un Covid Hospital) e Castelfranco Veneto allo 0,2%. Insomma, ci stiamo avvicinando all'auspicata fascia gialla tra ricoveri e contagi». A dirlo, mercoledì mattina, è il Direttore Generale dell'Ulss 2, Francesco Benazzi.

A preoccupare però Benazzi sono le scuole sul territorio: «Ad oggi abbiamo preso 61 provvedimenti in merito a casi di contagio scolastico, di cui 16 riguardano le scuole superiori della Marca, e per questo devo dire che, dalla riapertura degli istituti, i casi sono triplicati, tanto che ci sono 23 classi in quarantena a Treviso e 7 sia nel Distretto di Asolo che in quello di Pieve di Soligo. Ciò detto, oggi siamo comunque a 124 contagi ogni 100 mila abitanti, questo sia a causa della riapertura delle scuole che dei contagi avvenuti tra colleghi nelle aziende. Ci sono poi dei comuni peggiori di altri in termini di contagio e questi sono: Pieve del Grappa, San Zenone degli Ezzelini, Fonte, Moriago della Battaglia, Fontanelle, Chiarano e Cessalto. Se invece guardiamo al caso dei sanitari positivi in tutta l'Ulss 2, oggi questo dato è sceso a soli 12 casi e tra persone non vaccinate».

Benazzi è poi intervenuto in merito alle vaccinazioni: «Oggi abbiamo ricevuto 22.230 dosi Pfizer (tanto che entro sera faremo già 1.300 richiami tra i Vax Point di Godega, Riese e Villorba), mentre domani ne arriveranno 2.300 di Astra Zeneca. Giovedì, invece, arriveranno altre 4.300 dosi di cui 3.160 di Pfizer e metà di queste verranno adoperate per i dovuti richiami. La notizia però più importante, almeno per oggi, è che sabato partiremo con un nuovo Vax Day dedicato agli over 80 che ancora non abbiano avuto la prima dose e che non abbiano già preso appuntamento - continua il Dg dell'Ulss 2 - Si tratta di 7.782 persone totali teoriche, il 12,6% formato dai ritardatari, mentre il 36,8% della categoria ha già comunque ricevuto la seconda dose. Per l'occasione, anche sabato l'accesso sarà libero con le consuete modalità legate all'anno e mese di nascita. Inoltre, anche questa volta saranno i sindaci a chiamare personalmente gli interessati a casa, soprattutto per contattare le circa 600 persone allettate che verranno vaccinate anche nella giornata di domenica (insieme a 1.100 pazienti oncologici) grazie all'operato di circa 100 tra medici, operatori sanitari e medici di base. Concludo ricordando che lunedì verrà riaperto il portale per la prenotazione vaccinale, questa volta per la categoria nel range di età 70-79 compreso l'eventuale accompagnatore over70».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, il Dg Benazzi: «Ricoveri in calo, ma aumentano i contagi nelle scuole»

TrevisoToday è in caricamento