Stop ai messaggi Whatsapp per le comunicazioni ufficiali ai dipendenti dello Iov

L'istituto oncologico veneto ha dato ascolto alle lamentele dei sindacati che nei giorni scorsi avevano chiesto comunicazioni più istituzionali da parte della direzione

Con una circolare della settimana scorsa, la direzione generale dell’Istituto Oncologico del Veneto, che ha una sua sede anche a Castelfranco, ha comunicato che «l’uso dei social network o dei servizi di messaggistica istantanea (ad es. Whatsapp – Telegram) non è da considerarsi uno strumento di comunicazione ufficiale». La questione era stata sollevata dalla FP Cgil di Treviso che aveva denunciato l’abuso dei social nelle comunicazioni ai dipendenti. La presa di posizione della direzione, dunque, soddisfa le richieste del sindacato.

«Da tempo avevamo segnalato che troppe comunicazioni “ufficiali” avvenivano utilizzando gruppi di comunicazione sui social network o sui servizi di messaggistica istantanea, a tutte le ore del giorno e anche nei festivi – spiega Sara Tommasin della FP Cgil di Treviso – abitudine non corretta. Proprio per questo, avevamo specificato che ordini di servizio e direttive ufficiali devono passare tramite un canale istituzionale, con oggetto, indirizzo, estremi dei soggetti e protocollo. Certo, è ovvio che un gruppo limitato di persone, internamente, per comodità, può comunicare tramite certi strumenti. Ma le direttive ufficiali devono avere un canale altrettanto ufficiale. Ecco perché siamo soddisfatti della decisione presa dalla direzione dello IOV, sia per quanto riguarda Padova che Castelfranco Veneto. Abbiamo ora chiesto alla Ulss2 di fare altrettanto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

  • Covid, Zaia: «Treviso è in area critica per i ricoveri ospedalieri»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento