Attualità

Iscrizione ai centri estivi, il Comune triplica il contributo destinato alle famiglie

L’Amministrazione ha stanziato 75mila euro per l’iscrizione centri estivi. L’Assessore all’Istruzione Nizzetto: «Investiamo su socialità, educazione e sport dopo un anno di restrizioni e difficoltà»

Un supporto alle famiglie di 75 mila euro per favorire la socialità di bambini e ragazzi. Questo quanto deciso dal Comune per favorire l’iscrizione ai centri estivi e ai camp sportivi organizzati sul territorio. «Come Amministrazione comunale abbiamo deciso di triplicare il contributo comunale (20 mila euro nel solo 2020) destinato alle famiglie. Si tratta di un provvedimento volto a favorire la socialità dei bambini e dei ragazzi, oltre che il ritorno allo sport, aspetti importanti nella vita dei giovani ma negati dopo oltre un anno di restrizioni e difficoltà dovute al Covid - dichiara il sindaco Mario Conte - Vogliamo infatti dare la possibilità ai nostri ragazzi di tornare a praticare sport e ad apprendere attraverso attività educative e sportive di qualità, in sicurezza e a prezzi calmierati». Il provvedimento, voluto dalla Giunta su proposta dell’assessore comunale all’Istruzione Silvia Nizzetto, si aggiunge così agli aiuti economici che vengono già erogati ad associazioni, comitati e cooperative iscritte all’Albo comunale.

Il contributo verrà prima assegnato tramite un avviso pubblico e poi riconosciuto per un massimo di quattro settimane di frequenza (anche in periodi differenti e in più sedi) al costo pagato dalla famiglia. Inoltre, ai minori con disabilità la misura di sostegno verrà erogata anche per la frequenza di centri estivi fuori comune nel caso in cui non abbiano trovato posto a Treviso. «I centri estivi trevigiani offrono ben 41 sedi diverse, di cui 28 sono centri educativo-ricreativi e 13 camp sportivi, il tutto a prezzi calmierati e con un elevato standard di qualità e personale qualificato – afferma l’assessore Nizzetto - Sommando questo contributo a quello destinato alle associazioni per lo svolgimento in sicurezza dei camp, alla fine avremo un investimento totale di 320mila euro da parte del Comune. Questo perché crediamo fortemente nella partecipazione e nell’inclusione, due aspetti che devono passare anche attraverso un sostegno concreto alle famiglie».

Nello specifico, verrà riconosciuto l’esonero totale per le famiglie il cui valore ISEE sia inferiore a 6mila euro. Da 6.001 euro a 10mila euro verranno invece assegnati 50 euro a settimana a frequentante fino ad un massimo di 200 euro; da 10.001 a 15mila euro verranno assegnati 45 euro per un contributo massimo di 180 euro, mentre da 15.001 a 20mila euro l’assegnazione sarà di 40 euro per un massimo di 160 euro. Infine, da 20.001 a 25mila euro verranno assegnati 35 euro per un massimo di 140 euro.

Per accedere al contributo sarà comunque necessaria la residenza a Treviso sia del minore (età 0-17 anni) che del richiedente, mentre le famiglie interessate potranno presentare domanda entro il 31 agosto utilizzando l’apposito modulo che sarà presto disponibile nel sito del Comune. Lo stesso potrà essere poi inviato via e-mail (agli indirizzi postacertificata@cert.comune.treviso.it e scolastico@comune.treviso.it), via posta all’indirizzo del Comune di Treviso (via Municipio, 16) o tramite consegna a mano all’Ufficio Protocollo. Chiunque dovesse avere bisogno di informazioni più dettagliate può in ogni caso telefonare al numero 0422658506 o 0422658623 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iscrizione ai centri estivi, il Comune triplica il contributo destinato alle famiglie

TrevisoToday è in caricamento