Venerdì, 25 Giugno 2021
Attualità Centro

A 30 anni dalla fondazione l’ISRAA svela il suo nuovo logo

Un abbraccio stilizzato e la frase "Ricordi di ieri, gesti di oggi". Sono questi i nuovi logo e slogan dell'istituto trevigiano dedicato agli anziani. A vincere il concorso di idee due studenti delle superiori

Il momento della premiazione

In uno degli anni più difficili di sempre per le strutture per anziani, l’ISRAA ha deciso continuare a guardare avanti, rivolgendosi ad alcune delle persone che più hanno sofferto questa pandemia: gli anziani ed i giovani. Per il suo trentennio ISRAA ha infatti deciso di rinnovare la propria immagine, in modo tale da esprimere al meglio i valori che, negli ultimi anni, hanno favorito la crescita dell’ente e lo sviluppo di nuovi servizi. Dopo aver indetto, ad inizio anno, il concorso di idee “Diamo forma alla memoria” che si è concluso ad aprile, finalmente il nuovo logo e ed il nuovo payoff di ISRAA sono stati rivelati al pubblico.

Durante la cerimonia di premiazione, presso l’auditorium di Santa Caterina, erano presenti in veste di giurati, il sindaco Mario Conte, la dirigente dell’ufficio scolastico regionale di Treviso, Barbara Sardella, il presidente dell’Associazione Italiana di Psicogeriatria, Marco Trabucchi e il presidente di ISRAA Mauro Michielon. Il concorso, nonostante si sia svolto in periodo di didattica a distanza, ha visto una larga partecipazione con 85 loghi e 24 payoff proposti da studenti provenienti da 6 istituti della Marca. I ragazzi vincitori, Giulia Rosson (Istituto Obici di Oderzo) per la categoria logo e Francesco Sacco (Liceo Artistico Statale di Treviso) per la categoria payoff, sono stati affiancati dai professionisti di Heads Collective, partner di ISRAA nella realizzazione del concorso, per rifinire i loro elaborati nella loro versione finale, mostrata in esclusiva durante la cerimonia. Ai vincitori è stato inoltre offerto uno stage formativo presso la sede di Heads, mentre alle loro scuole è stato consegnato un premio in denaro per l’acquisto di materiale scolastico e formativo.

«Per ISRAA questo concorso è stato un successo e non solo per il risultato conseguito - commenta Mauro Michielon, presidente di ISRAA - ma soprattutto per la partecipazione dei ragazzi e la loro voglia di avvicinarsi alla figura dell’anziano e comprendere meglio cosa significhi oggi vivere in struttura. Ci rendiamo conto che per gli studenti, non potendo entrare nelle case di riposo a causa del Covid, sia stato molto complicato, per questo ci tengo a ringraziare a nome mio e di tutto il Consiglio di amministrazione di ISRAA tutti i partecipanti per le loro idee, gli insegnanti che li hanno seguiti per il supporto tangibile ed i presidi delle scuole per aver creduto nella nostra iniziativa. La nostra ambizione è quella di promuovere il confronto fra le generazioni e far sì che l’anziano continui ad essere un valore per la società a prescindere da dove vive e dal suo stato di salute e siamo certi che questa nuova identità ci aiuterà in questo».

«Il nuovo logo scelto da ISRAA – conclude il sindaco – esprime, nella sua rappresentazione di un abbraccio delle curve, l’impegno nel sostenere l’anziano, mentre la sua importanza nella società è ricordata attraverso la circonferenza centrale ed elevata verso l’alto. Questo dimostra come le idee più belle arrivino dai giovani ed è veramente significativo che il logo, che rappresenta l'istituto che si occupa quotidianamente dei nostri nonni nelle varie residenze, sia stato prodotto da ragazzi che hanno così potuto avvicinarsi ai valori di un mondo ricchissimo come quello che ci regalano ogni giorno i nostri anziani».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A 30 anni dalla fondazione l’ISRAA svela il suo nuovo logo

TrevisoToday è in caricamento