rotate-mobile
Attualità Casier

Istituto comprensivo di Casier: il Comune sostiene le famiglie per i buoni pasto

Le famiglie si troveranno a pagare un buono pasto di 4.35 euro che altro non è se non il prezzo che pagavano in epoca no Covid

L’amministrazione comunale di Casier continua l’impegno nei confronti delle famiglie e della scuola. Per questo, questa mattina la Giunta ha deciso che assorbirà la maggior spesa del buono mensa derivata dall'applicazione dei protocolli Covid nonché l'aumento Istat. Le famiglie, quindi, si troveranno a pagare un buono pasto di 4.35 euro che altro non è se non il prezzo che pagavano in epoca no Covid, senza alcun aumento di sorta.

Il servizio di refertazione scolastica ripartirà il giorno 27 settembre, come stabilito dall'istituto comprensivo. “L’Amministrazione Comunale ha voluto continuare a tutelare al massimo la sicurezza del pranzo di bambini e ragazzi ma anche delle “tasche” delle loro famiglie. Assieme all’Istituto Comprensivo e alla ditta concessionaria del servizio di ristorazione scolastica Euroristorazione srl abbiamo mantenuto tutte le cautele sia a livello logistico e organizzativo sia nella realizzazione dei pasti. Oltre a ciò, oggi come per l'anno passato, sono felice e orgoglioso della scelta unanime della mia squadra di confermare il sostegno economico per la mensa dei nostri alunni, cosi come abbiamo fatto anche con il sostegno al servizio di trasporto scolastico. L’istruzione e i servizi a essa correlati sono un bene primario da proteggere”, ha commentato il sindaco Renzo Carraretto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istituto comprensivo di Casier: il Comune sostiene le famiglie per i buoni pasto

TrevisoToday è in caricamento