menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovi spazi per l'Istituto Maffioli: verrà demolito l'ex Levi

Nell'attesa del completamento dei lavori del nuovo edificio è stato trovato un accordo per l'utilizzo dell’ex plesso scolastico di Casella d’Asolo

“Un modello di collaborazione tra Istituzioni per garantire soluzioni condivise a vantaggio delle famiglie e dei nostri studenti”. Commenta così il Presidente della Provincia di Treviso, Stefano Marcon, l’esito dell’incontro di oggi in Provincia con i Sindaci di Montebelluna e Asolo, Severin e Migliorini, la Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Sardella e il Dirigente dell’Istituto Maffioli, Zavattiero. L’emergenza Covid e l’obbligo di rispettare le linee guida ministeriali, il distanziamento degli studenti e le misure di sicurezza ha determinato delle criticità del reperimento degli spazi da destinare alle classi della sede distaccata di Montebelluna dell’Istituto Maffioli.

Inoltre, entro la fine dell’anno scolastico in corso, partiranno i lavori per la realizzazione del nuovo edificio scolastico, con demolizione dell’ex Levi di via Biagi, che impone la dismissione dei prefabbricati che oggi ospitano cinque classi. Grazie alla collaborazione con il Comune di Montebelluna sono poi state verificate diverse possibilità per dare soluzione al problema, tutte rivelatesi non rispondenti alle esigenze della scuola e sempre grazie alla confermata disponibilità del Comune di Asolo degli spazi nei locali dell’ex Sant’Apollinare.

Nell’incontro di giovedì si è dunque condiviso di utilizzare, per il periodo necessario alla realizzazione dei lavori, l’ex plesso scolastico di Casella d’Asolo, edificio rispondente alle normative antisismiche, senza barriere architettoniche, dotato di ampio parcheggio, corti interne e aree verdi. Viene inoltre mantenuto l’utilizzo dei laboratori di cucina all’interno del Centro frazionale di Guarda, in via Ferratine, mentre a Montebelluna verrà assicurato un adeguato servizio di trasporto scolastico per gli studenti. Tutti gli attori istituzionali hanno infine condiviso la scelta nello spirito di piena collaborazione, nella consapevolezza dell’urgenza di decidere per le imminenti attività di orientamento in vista delle iscrizioni al prossimo anno scolastico.

IMG_2644-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Con un "gratta e vinci" da 5 euro ne vince 500mila

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Male incurabile, il barman Mauro muore a soli 27 anni

  • Cronaca

    Parkour per bambini al Biscione: i carabinieri li fanno sgomberare

  • Attualità

    Covid, addio all'imprenditore Vasco Cavasin: aveva 72 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento