Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Rsu: Femca Cisl si conferma sindacato di maggioranza alla Aliplast di Istrana

Tre rappresentanti eletti. Per la prima volta una donna fra le Rsu

La Femca Cisl si conferma prima organizzazione di rappresentanza alla Aliplast di Istrana, azienda del settore della gommaplastica che si occupa sia del riciclo che della produzione di polimeri e film per l’imballaggio acquisita nel 2017 dal Gruppo Hera Ambiente, primo operatore nazionale nel trattamento e smaltimento rifiuti. Le elezioni per il rinnovo delle Rsu si sono svolte nei giorni scorsi.

Hanno votato 177 lavoratori su un totale di 232 dipendenti (77%). La lista della Femca ha raccolto 69 preferenze, eleggendo 3 rappresentanti: Christian Artuso, Gloria Pavan e Ilario Rosario Alfarini. Alla Uil 64 voti, con l’elezione di 2 Rsu; alla Cgil 34 preferenze e un rappresentante eletto. Grande la soddisfazione della Femca per il risultato raggiunto e per l’elezione di Gloria Pavan, prima donna a entrare nella Rsu aziendale. Classe 1988, impiegata, alla sua prima esperienza sindacale, sarà il riferimento per la parte impiegatizia dell’azienda. Fondamentale per il suo successo l’impegno dell’ex Rsu Renzo Priarollo, che si è speso con generosità per inserire per la prima volta una “quota rosa” che si è guadagnata sul campo la fiducia. Christian Artuso si conferma come il più votato in azienda: esperienza e conoscenza fanno di lui il fulcro fondamentale per i dipendenti del reparto produttivo. Nella squadra s’inserisce infine Ilario Rosario Alfarini, che porterà avanti le necessità degli operai.

«Si tratta di un ottimo risultato che conferma il buon lavoro svolto - afferma il segretario generale della Federazione Gianni Boato -. La sfida più importante oggi è traghettare l’azienda all’interno di un processo di armonizzazione con Hera, importante realtà industriale con una visione moderna e molte aperture sui fronti della responsabilità sociale d’impresa, del welfare e della sostenibilità. Aliplast ha visto crescere in maniera importante i volumi d’affari e la redditività, e l’accordo-ponte sul premio di risultato e welfare recentemente firmato ne è la conferma: il premio di oltre 1.200 euro medi, il pacchetto di welfare aziendale di 450 euro, la conferma di buoni pasto che nel biennio arriveranno a 6,29 euro, le maggiorazioni sui turni lo rendono il primo accordo per importanza nel settore gommaplastica in provincia di Treviso».

«Da qui ai prossimi anni però - prosegue Boato - la sfida si giocherà sui cambiamenti di paradigmi in linea con la vision del Gruppo Hera, che contempla uno sviluppo che mette al centro il capitale umano, il benessere dei lavoratori e la vivibilità nel posto di lavoro, ponendo grande attenzione agli spazi di lavoro, alla sostenibilità ambientale, alla transizione green. In questo senso, auspichiamo una revisione dei turni a ciclo continuo che oggi richiedono un impegno molto forte da parte degli operai che sono stati in questi anni il vero motore dell’azienda e dei suoi successi, ma anche la concessione dei part time, visto fino ad oggi come un limite per l’azienda anziché un valore aggiunto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rsu: Femca Cisl si conferma sindacato di maggioranza alla Aliplast di Istrana

TrevisoToday è in caricamento