La scommessa di Jibo's : «Aperti un paio di mesi, se non va chiudo tutto»

Il titolare Jibril Del Monte: «Dopo lo stop di due mesi per il Covid ho voglia di tornare a fare il mio lavoro ma con gli scontrini ridotti del 70% è tutto un grasso punto di domanda»

Jibril De Monte all'interno del suo locale

«Mi do un un paio di mesi per provare, se non va chiuderò tutto».

Per Jibril De Monte gestire un coktail bar era il sogno di una vita. Dopo una lunga gavetta in giro per locali alla fine è riuscito ad aprirne uno, "Jibo's" a Porta S. Tommaso; un  bar con personalità, colazioni dolce e salate alla mattina, spritz prima di cena, cocktail e long drinks fino a tarda notte. «Poi - dice - è arrivato il virus. Ed è tutto stato spazzato via».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Jibo's è uno dei locali che il prossimo 18 maggio aprirà. «Dopo lo stop di due mesi per il Covid ho voglia di tornare a fare il mio lavoro. Non sarà per nulla facile però: dentro posso accomodare solo 4 persone su 12, fuori è una grossa incognita perché molto dipenderà dagli spazi che potremo utilizzare, stiamo cercando di capire dal Comune cosa si può fare. Noi ci proviamo sapendo che non sarà facile, ci basterebbe arrivare alla pari per sopravvivere. Ma con gli scontrini ridotti del 70% è tutto un grasso punto di domanda».
Del Monte, in questo periodo di chiusura, è uno ha fatto fronte a tutte le spese.
«Sì, ho pagato anche l'affitto di marzo, per aprile e maggio adesso dovrò affrontare un piano di rientro con il proprietario. Mi dispiace aver dovuto lasciare a casa il mio dipendente a cui non è stato rinnovati il contratto ma del resto la nostra è una attività che soprattutto adesso può reggere se gestita a livello familiare».
«Le normative in vigore da lunedì non sono chiare - aggiunge - troppi vincoli, riaprire per tutti è una vera corsa ad ostacoli. Io resisto fino all'estate, se non tornano i conti mi vedrò costretto a chiudere definitivamente. Poi il resto si vedrà».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

  • Eletto "il Babbo più Bello d'Italia 2020", premiato anche un papà trevigiano

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento