Quando il fitness realizza sogni ambiziosi: ecco il rinnovato Brandolini di Soligo

L'istituto ha subito un importante intervento strutturale che, oltre a migliorarlo esteticamente, ha alzato il livello di sicurezza per tutti i bambini

Le insegnanti della scuola

Da due anni a questa parte, ogni martedì e giovedì sera, il salone della scuola dell’infanzia “Carlo Brandolini“ di Soligo si trasforma in una vera e propria palestra con corsi di yoga, Pilates, Zumba e Strong Gym. «Questa è una palestra speciale perché, oltre ad offrire benessere psico-fisico, coniuga la volontà di donare qualcosa agli altri - dichiarano le insegnanti della scuola - Grazie a questa preziosa partecipazione la nostra scuola ha realizzato un importante ed oneroso intervento strutturale che, oltre a migliorarla esteticamente, ha alzato il livello di sicurezza per tutti i bambini. Stiamo parlando di una estesa pavimentazione anti trauma, realizzata anche con la straordinaria collaborazione e contributo delle ditte Cubo Ceramica e Casagrande Scavi, entrambe di Soligo. Le protagoniste di questa beneficenza sono un nutrito gruppo di donne provenienti da Soligo e dai paesi limitrofi che con impegno, determinazione e generosità, seguono costantemente la loro istruttrice professionista Roberta Vanzella e l’insegnante della nostra scuola, organizzatrice dei corsi e sempre in prima linea, Sara Polidori».

«Grazie anche a tutta questa progettualità, la nostra scuola ha riaperto il 2 settembre con entusiasmo ed ottimismo, concedendosi pure in anteprima di organizzare nel mese di luglio il centro estivo, applicando tutte le norme anti-Covid previste dal Ministero. Come sempre, anche in questo caso il nostro sindaco Mattia Perencin e tutta la Giunta non sono stati certo indifferenti davanti al bisogno economico che è andato a beneficio della scuola e delle famiglie - continuano le maestre - L’anno è ripartito in tutta sicurezza con la formazione del personale, le uscite scaglionate, il rilevamento della temperatura, il patto di corresponsabilità sottoscritto da tutte le famiglie, il giardino separato in modo da favorire la suddivisione dei diversi gruppi, il pranzo con il distanziamento di sicurezza, l’igienizzazione e l’areazione dei locali più volte al giorno. Le numerose iscrizioni, nonostante le criticità del periodo che stiamo vivendo, hanno permesso a tutte noi insegnanti di ripartire offrendo alle famiglie i preziosi servizi educativi di cui tanto si sentiva il bisogno del ritorno».

«Per venire ulteriormente in contro alle esigenze delle famiglie - concludono le maestre - la nostra scuola ha anche attivato il servizio del pre-scuola per la primaria di Soligo, il quale viene effettuato ogni mattina dalle 7.30 alle 8. Grazie allora a chi crede in noi, a chi ha in sé il seme della solidarietà r a chi pensa che sia un intero villaggio a far crescere un bambino».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

  • Assembramenti da happy hour in piazza Giorgione: «Sembrava di essere a Jesolo»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento