menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ponte di Piave: al via la messa in sicurezza dei marciapiedi

Grazie al contributo stanziato dal Ministero dell’Interno, il Comune trevigiano ha iniziato lunedì i lavori di sistemazione ai marciapiedi di via Marconi, a ridosso della Postumia

Con decreto del Ministero dell’Interno, è stato attribuito ai Comuni con popolazione fino a 20.000 abitanti un contributo per la realizzazione di investimenti di messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale.

Con tale provvedimento, previsto dalla Legge di Bilancio 2019, al Comune di Ponte di Piave è stato assegnato un contributo nella misura di € 70mila euro. L’amministrazione comunale, dando seguito ad una dettagliata relazione del Comando di Polizia locale che ha segnalato l’evidente stato di degrado del marciapiede lungo Via Marconi con possibili pericoli per la circolazione pedonale, ha ritenuto di impegnare detta somma proprio nella messa in sicurezza di tale tratto. I lavori, appaltati alla Ditta Due Biscavi Srl di Salgareda, sono iniziati lunedì 10 giugno. «L’intervento – ha dichiarato il sindaco Paola Roma - risponde ad una esigenza di messa in sicurezza del centro cittadino. Si tratta, infatti, di una zona particolarmente utilizzata dai pedoni a ridosso della strada Postumia. Provvedere alle manutenzioni e riqualificazione dell’ambiente urbano significa investire in una città più ordinata e sicura. Sono convinta – prosegue Roma – che compito di un’amministrazione sia quello di orientare le proprie scelte a tutela della sicurezza dei cittadini. Fare in modo che l’ambiente urbano sia accessibile da parte di ciascuno (dai disabili, agli anziani, alle mamme con i passeggini) è un impegno morale, fondamentale per lo sviluppo sostenibile di un paese».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Attualità

    Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

  • Incidenti stradali

    Finisce fuori strada con l'auto, ferito un 29enne

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento