Miane vince il bando regionale, al via i lavori di miglioramento della palestra

Adeguamento sismico, sistemazione degli spogliatoi, nuovo impianto termo-idro-sanitario e dell’impianto elettrico per un investimento totale di 720mila euro

La palestra comunale di Miane

Il Comune di Miane, qualche giorno fa, è risultato primo nella graduatoria regionale dei Comuni che hanno presentato progetti per l’efficientamento energetico di immobili pubblici. Un bando, quello promosso dalla Regione, che ripartisce 25 milioni di euro di fondi Por-Fesr destinati al miglioramento degli edifici, tra cui, secondo il progetto del Comune di Miane, quello della palestra del capoluogo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«L’intervento – spiega il sindaco Denny Buso – si propone di riqualificare l'intero edificio conseguendone la trasformazione Nzeb. I lavori, nel loro complesso, comportano un investimento di  720mila euro, che verranno integralmente coperti per 386mila dal contributo regionale e per la rimanente parte (334mila euro) dal finanziamento a fondo perduto del Conto Termico 2.0». Sono previste opere per la coibentazione dell’involucro edilizio e per l’adeguamento sismico, la sistemazione degli spogliatoi, la realizzazione del nuovo impianto termo-idro-sanitario e dell’impianto elettrico. «Il Comune potrà quindi realizzare un’opera strategica ed importante, senza utilizzare risorse proprie di bilancio – specifica il sindaco Buso - E’ per noi una grande soddisfazione esserci classificati primi nella graduatoria regionale. Fin d’ora ringrazio tutti coloro che si sono impegnati per raggiungere questo obiettivo, in particolare lo studio tecnico che ha realizzato il progetto e gli Uffici comunali che hanno lavorato con la consueta professionalità. La palestra del capoluogo – conclude Buso - è una struttura molto apprezzata ed utilizzata, sia per la fruizione scolastica che per l’attività sportiva. Questo intervento andrà a completare una serie importante di investimenti che negli ultimi anni l’Amministrazione ha dedicato agli immobili pubblici: penso innanzitutto alle scuole, ora accorpate in un unico plesso adeguato sismicamente ed efficiente dal punto di vista energetico. I bambini sono il futuro della nostra comunità, per questo vogliamo investire per la loro sicurezza e la tranquillità delle loro famiglie».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento