menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto: il cantiere di via Grazioli a Vittorio Veneto

In foto: il cantiere di via Grazioli a Vittorio Veneto

Nuova illuminazione e pista ciclo-pedonale più lunga: al via i lavori

Mercoledì 13 marzo, in via Grazioli a Vittorio Veneto, sono partiti i lavori per garantire maggior sicurezza a ciclisti e pedoni del Comune trevigiano. Stanziati 110 mila euro

I lavori di riordino, riqualificazione e messa in sicurezza della viabilità urbana di via Grazioli (per un importo di circa 110 mila euro) saranno consegnati oggi, mercoledì 13 marzo. 

Il complesso degli interventi, che hanno come obiettivo la tutela di pedoni e ciclisti, utenza debole della strada, prevede il prolungamento della pista ciclo-pedonale lungo via Grazioli. I nuovi lavori andranno dunque a proseguire quelli già eseguiti in precedenza, grazie ai quali, nel primo tratto, verso la rotatoria, si è garantito un percorso protetto di adeguate dimensioni pur mantenendo inalterata l’ampiezza della carreggiata esistente così da non pregiudicare il normale flusso del traffico veicolare. Il cantiere interesserà l’area che, dalla rotatoria, si estende fino alle vie Spagnol e Francesconi. Questo tratto di strada, come spiega il vicesindaco Alessandro Turchetto, Assessore ai Lavori Pubblici e alla Mobilità, «presenta un restringimento notevole che penalizza e mette a rischio i ciclisti e i pedoni in un punto già teatro in passato di gravi incidenti. Alcune aree commerciali e le fermate degli autobus, che possono essere raggiunte a piedi dalle zone limitrofe, non permettono ai pedoni di camminare in totale sicurezza. Di qui la necessità di realizzare il nuovo percorso ciclo-pedonale che si svilupperà per 85 metri, dal distributore di carburanti fino al torrente Cervada sul quale sarà realizzata una passerella in acciaio a fianco del ponte esistente. Pedoni e ciclisti verranno separati dal traffico veicolare mediante la posa di una doppia cordonata». Il nuovo ciclo di lavori prevede anche il rifacimento dell’illuminazione pubblica in coerenza con quanto è già in corso di realizzazione sul ramo di via Grazioli che va verso Cozzuolo: verranno impiegati corpi illuminanti a led, secondo quanto prevedono le più moderne tecnologie, concorrendo così non solo ad ottenere un risparmio energetico ma anche a migliorare la qualità dell’illuminazione che preverrà fenomeni di abbagliamento e di inquinamento luminoso grazie all'impiego di lampade con schermi di chiusura in vetro piano temperato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Benetton apre a Firenze un nuovo negozio eco-friendly

  • Cronaca

    Camion finisce fuori strada, perso il carico di terra

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento