Il lavoro agile entra in Municipio: Ponte di Piave acquista computer per i dipendenti

Il sindaco Paola Roma: «Ringrazio quei dipendenti che si sono resi disponibili ad utilizzare i propri dispositivi, pc o tablet, utilizzandoli in totale sicurezza e protezione della rete»

In emergenza Covid-19, anche il Comune di Ponte di Piave si adegua alle nuove modalità di “smart working” o “lavoro agile”. «In situazioni come questa – ha dichiarato il sindaco Paola Roma – le amministrazioni comunali rappresentano un prezioso punto di riferimento per i cittadini ai quali dobbiamo continuare ad erogare i servizi essenziali. Il Decreto Legge n. 18/2020, meglio noto come Decreto “Cura Italia” ha previsto all’art. 87 misure straordinarie in materia di lavoro agile e di esenzione dal servizio».

«Lo stato di emergenza nazionale ci impone quindi di limitare la presenza fisica del personale negli uffici ai soli casi in cui sia indispensabile per lo svolgimento di attività strettamente funzionali alla gestione dell’emergenza e di quelle indifferibili, consentendo agli altri dipendenti la possibilità di scegliere se fruire di ferie arretrate o altre tipologie di congedo eventualmente disponibile. Nella seduta di Giunta comunale del 31 marzo 2020 è stato approvato un atto di indirizzo in materia di smart working, prevedendo anche l’acquisto di strumenti informatici che rendano maggiormente attuabile l’organizzazione del lavoro in modalità “agile”».

Nella fattispecie, sono stati acquistati due personal computer portatili utili a sostenere il lavoro da casa dei dipendenti del Municipio. «Ringrazio poi – conclude Roma – quei dipendenti che si sono resi disponibili ad utilizzare i propri dispositivi, PC o tablet, che comunque vengono utilizzati in totale sicurezza e protezione della rete, ma più generale tutti i dipendenti comunali che nonostante le difficoltà legate all’emergenza in atto riescono a garantire i servizi a favore dell’intera comunità di Ponte di Piave”».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Festa nel locale con 120 persone: blitz di polizia, polizia locale e carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento