Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità Centro / Piazza Borsa

Lavoratori dello spettacolo, flashmob in Piazza Borsa

Giovedì 26 novembre alle ore 11 la protesta dell'intero settore trevigiano per chiedere alla Regione forme integrative di sostegno al reddito. Artisti e maestranze chiamati a raccolta

Giovedì 26 novembre alle ore 11 il settore dei lavoratori dello spettacolo ha annunciato un flashmob di protesta a Treviso in piazza Borsa. Dal capoluogo di Marca i professionisti di uno dei comparti che sta soffrendo maggiormente le conseguenze dell’emergenza sanitaria e le misure di contenimento del virus, vogliono mandare un messaggio direttamente indirizzato ai vertici della Regione, chiedendo forme di integrazione al loro reddito che facciano il paio a quelle messe in campo dal Governo centrale. Un appello che passa per la voce di Nicola Atalmi, segretario veneto della Cgil che li rappresenta, la Slc.

Tecnici audio e video, attori, ballerini, musicisti e cantanti, tutti a raccolta per testimoniare alla comunità trevigiana e veneta la gravità della situazione che stanno vivendo ormai da tanti mesi. Il mondo dello spettacolo si è fermato e con esso i redditi dei lavoratori che ne fanno parte, famiglie che oggi si trovano in grande difficoltà senza una reale prospettiva per il prossimo futuro. Saranno loro i protagonisti di un flash mob, animato e colorato, come solo questi performer sanno fare, al fine di mandare una richiesta concreta di aiuto. In piazza Borsa a Treviso al loro fianco ci sarà Nicola Atalmi, segretario generale Slc Cgil del Veneto, che spiegherà le ragioni dell’iniziativa di richiamo e l’istanza che pongono alla Regione del Veneto. Saranno presenti anche esponenti di spicco della scena trevigiana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori dello spettacolo, flashmob in Piazza Borsa

TrevisoToday è in caricamento