Lions Club solidale: donato un sanificatore alle forze dell'ordine di Castelfranco

Il sindaco Marcon: «Ringrazio il Lions Club per l’attenzione particolare posta alla città in questo periodo di pandemia. Lo strumento sarà utile per garantire la sicurezza a 360° gradi»

Una foto di gruppo con il sanificatore donato

Giovedì mattina alla presenza del sindaco, Stefano Marcon accompagnato dal vicesindaco, Gianfranco Giovine, il presidente del Lions Club Castelfranco Veneto, Francesca Genovese ha donato ai rappresentanti delle forze dell’ordine un apparecchio di sanificazione per i mezzi di servizio. Il sistema di sanificazione sarà utilizzato, con il coordinamento della stessa Amministrazione comunale, da carabinieri, polizia, polizia stradale, vigili del fuoco e polizia municipale. «Ringrazio il Lions Club per l’attenzione particolare posta alla città in questo periodo di pandemia – commenta il sindaco Marcon – il sanificatore, oltre ad essere un utile strumento, è anche un messaggio di attenzione rivolto a coloro che quotidianamente operano nel territorio a servizio della comunità per garantire la sicurezza a 360° gradi». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

  • Il sorriso di Claudia si spegne a soli 56 anni: fatali una malattia e il Covid

Torna su
TrevisoToday è in caricamento