menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto tratta da Google Immagini

Foto tratta da Google Immagini

Centenario della Grande Guerra: nella Marca arriva la London Scottish Regiment

La celebre banda musicale proveniente dal Regno Unito si esibirà in diversi comuni della provincia di Treviso durante tutto il mese di Giugno per ricordare la fine della Grande Guerra

MONTEBELLUNA In occasione delle celebrazioni legate al Centenario della Grande Guerra, i comuni trevigiani di Montebelluna, Giavera del Montello, Trevignano, Vazzola, Cimadolmo, Spresiano, Istrana e Volpago del Montello hanno firmato uno speciale protocollo d'intesa per la realizzazione dell’evento “Centenario della Grande Guerra: ospitalita? della banda del London Scottish Regiment”.

La scelta della banda non è casuale: la “London Scottish Regiment” è infatti uno dei reggimenti che si sono dati battaglia durante il primo conflitto mondiale nel nostro territorio. I militari britannici promuovono nel territorio italiano il ruolo significativo avuto dalle truppe inglesi negli ultimi mesi di guerra, in particolare nelle battaglie combattute lungo le sponde del Piave, attraverso l’esibizione della banda di cornamuse del “London Scottish Regiment”; tra le bande scozzesi che compongono la “The Pipes and Drums of the London Scotish”, la piu? nota e prestigiosa e? la banda del “London Scottish Regiment”, il cerimoniere ufficiale di Buckingham Palace. “Già nel 2008, in occasione del 90mo della conclusione della Prima Guerra Mondiale, la Marca Trevigiana aveva ospitato la banda che aveva suonato in diversi comuni con importante apprezzamento di pubblico, ed ora vi ritorna in occasione del Centenario della Grande Guerra che proprio in questi territori si è compiuta e che dal 15 al 23 giugno ospitò la Battaglia del solstizio”.

Prosegue Ruggero Feltrin, sindaco di Trevignano: “Questa iniziatia ha lo scopo di mettere sotto la giusta luce gli venti della Grande guerra anche alla luce del fatto che appena dopo il conflitto sembrava quasi che la guerra fosse stata combattuta solo dagli italiani. Qui, invece, la guerra fu davvero mondiale e coinvolse soldati italiani, francesci, ceci, austriaci, tedeschi, inglesi”. Conclude Paolo Tagliapietra, assessore alla cultura di Spresiano: “Vale la pena di ricordare chi ha avviato questa iniziativa, Giovanni Callegari che oggi come dieci anni fa si è speso perché la banda approdasse nel trevigiano. Sottolineo anche come questo evento sia reso possibile non solo grazie alle amministrazioni comunali, ma anche al mondo del volontariato che si è attivato per rendere gradevole la permanenza della banda”. L’arrivo della banda è previsto per giovedì 14 giugno quando sarà accolta dai sindaci ospiti presso il Museo civico di Montebelluna, e si intratterrà fino a martedì 19 giugno. Nel corso delle permanenza la banda si esibirà a Cimadolmo (14 giugno), Visnadello (15 giugno), Volpago e Montebelluna (16 giugno), Trevignano, Istrana e Borgo Malanotte (17 giugno), manifestazione Cima Grappa e Giavera del Montello (18 giugno). La banda, inoltre, sarà impegnata nella visita di alcuni luoghi quali Asolo, il Montello, il Cimitero inglese di Vazzola, e alla cerimonia del cimitero britannico. L’organizzazione del concerto previsto per sabato 16 giugno alle 20.30 a Montebelluna si è resa possibile grazie al lavoro del Museo, supportato dall'associazione Mosaico-Un Centro da Vivere.

DSC_0105-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Covid alle superiori: «Metà dei contagi non è avvenuta a scuola»

Attualità

Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento