Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità Loria

Tragico incidente stradale in Perù, morto missionario salesiano: aveva 48 anni

Don David Facchinello lavorava da cinque anni viveva nel paese sudamericano. Lo schianto mentre stava raggiungendo Cuzco: avrebbe dovuto prendere un aereo per recarsi a Lima. Grande cordoglio a Loria dove era originario

Grave lutto a Loria per l'improvvisa scomparsa di don David Facchinello, 48 anni, missionario salesiano, vittima di un terribile incidente avvenuto mercoledì in Perù, nel Comune di Amparaes, nella regione di Cuzco dove viveva da cinque anni. Il sacerdote si stava spostando in furgone dalla parrocchia di Santa Maria ausiliatrice di Quebrada Honda, località nel cuore delle Ande in cui prestava da tempo servizio, verso Cuzco e da qui avrebbe dovuto prendere un aereo diretto a Lima dove era atteso per la prima sessione del capitolo ispettivo dei salesiani. Si trattava di "uno spazio sinodale di discernimento e rinnovamento comunitario nella missione" hanno spiegato i Salesianos del Perú. Purtroppo all'aeroporto don David non è mai giunto, precipitato in un burrone dopo un volo di circa 300 metri. Don David aveva compiuto sabato scorso 48 anni e aveva 27 anni di professione e 18 di ordinazione. I funerali saranno celebrati domani, sabato 28 maggio.

ffff-16

Dopo essere entrato nell'ordine dei salesiani, don David ha svolto il noviziato a Pinerolo, il post-noviziato a Nave, il tirocinio al Castello di Godego e proseguito gli studi di teologia a Torino Crocetta e Roma UPS San Tommaso d'Aquino. Ordinato sacerdote, ha lavorato per 9 anni a Mogliano Veneto presso il collegio Astori. Facchinello è arrivato a Lima il 26 novembre 2017. Dopo un mese e mezzo di permanenza nella Parrocchia di Maria Ausiliadora di Breña, è stato inviato alla comunità di Monte Salvado nella Regione Cusco. Lì ha iniziato ad esercitare come vicario parrocchiale della Parrocchia Maria Ausiliadora di Quebrada Honda fino a quando non ne è stato nominato parroco il 12 aprile 2019. Appena arrivato al suo luogo di missione, si è dedicato con tutte le sue energie alla conoscenza delle persone e a servirle pastoralmente e in maniera integrale, in coordinamento con la sua comunità locale e secondo gli orientamenti dell'arcidiocesi del Cuzco. "Gentile e attento ai fratelli della comunità" scrivono di lui i Salesianos "è sempre stato un religioso esemplare e un apostolo laborioso e devoto. Fin dal primo momento ha conquistato il cuore di tutti con la sua gentilezza e serena allegria; ha saputo guadagnarsi l'apprezzamento e la fiducia delle persone: fratelli, collaboratori, parrocchiani e giovani, grazie al suo ottimismo, sano giudizio, prudenza e disponibilità". Il religioso lascia la mamma Marinella ed il padre Ivone. Nei prossimi giorni saranno avviate le pratiche per il reimpatrio della salma.

281565698_10160264265178746_2037478479249540625_n-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragico incidente stradale in Perù, morto missionario salesiano: aveva 48 anni
TrevisoToday è in caricamento