Los Massadores: è morto Gusto, il "nonno" della band

Antonio Giacomazzi se n'è andato a 93 anni. Nonno del cantante della band trevigiana, era comparso sulla copertina del loro disco "E' ora di opporci". I funerali giovedì 11 giugno

La copertina del disco "E' ora di opporci" dei Los Massadores (Immagine tratta da Facebook)

Per l'anagrafe era Antonio ma, per chi lo conosceva, era Augusto, il nome di suo nonno abbreviato dagli amici in "Gusto". Antonio Giacomazzi è morto all'età di 93 anni dopo una lunga malattia. Era il nonno di Luca Giacomazzi, cantante dei Los Massadores che hanno voluto ricordarlo sui social con queste parole: «Venerdì 5 giugno ci ha lasciati il "ragazzo copertina" dell'album "È ora di opporci", che con tanto entusiasmo si prestò a questo scatto, pronunciando la celebre frase: "Ma cossa sio drio farme fare?! Voaltri si matti!"».

Operaio metalmeccanico per oltre 30 anni, amava dedicarsi all'agricoltura e si era costruito la casa con le proprie mani e i sacrifici di una vita intera. La "fama" era arrivata dopo la pubblicazione del disco dei Los Massadores "E' ora di opporci" anche se in molti residenti del quartiere lo ricordano oggi con affetto come una persona piena di vita. Dal 2016 gli era stata diagnosticata una grave malattia. Assistito in casa dai familiari, è morto nella sua abitazione di Castelfranco Veneto. I funerali saranno celebrati giovedì 11 giugno nella chiesa di Santa Maria della Pieve a Castelfranco Veneto. «Grassie de tutto, ciao nono!» il commiato dei Los Massadores.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

  • Il sorriso di Claudia si spegne a soli 56 anni: fatali una malattia e il Covid

Torna su
TrevisoToday è in caricamento