Attualità

Lotta a stupefacenti ed alcol: a Treviso in arrivo 200mila euro

Treviso è il primo comune capoluogo di Provincia a beneficiare del finanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Duecento mila euro per un progetto innovativo rivolto ai ragazzi della quarta e quinta superiore per prevenire i problemi legati all’alcol e alla droga per chi si mette alla guida. Treviso è il primo Comune capoluogo di Provincia (insieme a Verona) a beneficiare di un importante finanziamento da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri che ha ritenuto meritevole il progetto presentato dal Comando di Polizia Locale “Buona la prima – contest 186187”. «Si tratta di un concorso per gli studenti di 17 e 18 anni degli Istituti superiori di Treviso - spiega il comandante Andrea Gallo - I giovani potranno partecipare con una clip video di quattro minuti, registrata con un semplice tablet o smartphone, sul tema dei pericoli collegati alla guida dopo aver assunto alcol o droga».

Spirito civico ed innovazione sono alla base del contest: «Chiederemo ai ragazzi di raccontare con un breve video, tipologia di contenuto particolarmente apprezzata sui social, come e se viene vissuto il fenomeno dell’incidentalità stradale collegata all’alcol e agli stupefacenti - prosegue Gallo - A loro chiederemo anche di mettere in evidenza i loro pensieri e giudizi da neopatentati o studenti del codice della strada per ottenere la patente di guida». La novità del progetto ribalta i punti di vista: «Non vogliamo che sia un organo di polizia a dettare o spiegare norme e regole o mettere in evidenza i pericoli - aggiunge Gallo - Il videoclip fornirà il punto di vista dei giovani, offrendo spunti di riflessione per polizia ed istituzioni su come affrontare il problema alcol-droga e i servizi di prevenzione. Saranno quindi i giovani a dover in qualche modo suggerire alle forze di polizia nuovi sistemi o soluzioni per prevenire questi rischi».

Il progetto, sostenuto anche dalla Prefettura di Treviso, prevede potenzialmente il coinvolgimento di circa 200 classi e 4500 studenti. All’istituito vincitore sarà data la possibilità di trasformare il videoclip in un cortometraggio, realizzato da una troupe di professionisti e un regista di fama internazionale, oltre a 10 computer per le attività didattiche. In tutto saranno assegnati sei riconoscimenti agli istituti più meritevoli che riceveranno in tutto una quarantina di computer per le attività scolastiche. «Ringrazio il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo, gli agenti e gli operatori per il grande lavoro - conclude il sindaco Mario Conte - C’è grande soddisfazione per questa valutazione positiva da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri che ha trovato nel progetto trevigiano profili di innovazione, originalità e capacità di coinvolgere i giovani».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta a stupefacenti ed alcol: a Treviso in arrivo 200mila euro

TrevisoToday è in caricamento