rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Attualità Conegliano

Addio a Luigi Pastore, sindacalista delegato alla Omad di San Fior

Aveva 61 anni, fatale una malattia incurabile contro cui lottava da tempo. Napoletano di origine ma coneglianese di adozione, lascia l'amata moglie Giovanna. Mercoledì 17 maggio il funerale

Cordoglio della Fim Cisl Belluno Treviso per la scomparsa, a soli 61 anni, di Luigi Pastore, storico delegato e componente del direttivo provinciale della Federazione cislina dei metalmeccanici. Pastore si è spento domenica 14 maggio all’ospedale di Conegliano dopo una lunga malattia.

Napoletano di origine ma coneglianese di adozione, Pastore si era trasferito da ragazzo nella città del Cima, dove abitava con la moglie Giovanna. È stato lo storico delegato sindacale della Omad Spa di San Fior, azienda specializzata in componenti metallici per serramenti di pregio dove lavorava da 25 anni. Tra i colleghi oggi c’è profonda tristezza: tutti ricordano l’impegno costante a difesa dei diritti dei lavoratori, la sua capacità di tenere insieme tutti con un sorriso, senza perdere di vista il miglioramento del lavoro e la tutela dei più deboli, ma pure il suo ottimismo anche quando, provato dalla malattia, infondeva speranza agli altri confidando sempre nella scienza andando fiero di essere stato tra i primi a vaccinarsi contro il Covid. Aveva la fiducia dei colleghi e anche della proprietà, tanto da guadagnarsi la simpatia di tutti quando per un periodo fece da autista a Francesco Daccò, storico capitano d’impresa scomparso qualche anno fa lasciando la guida dell’azienda alla figlia Angela. I funerali saranno celebrati mercoledì 17 alle ore 15 presso la chiesa parrocchiale di San Rocco a Conegliano. Alle 14.30 dello stesso giorno verrà recitato il rosario.

Il ricordo

«Ci lascia un enorme vuoto e tristezza - conclude il segretario generale della Fim territoriale, Alessio Lovisotto, molto legato al sindacalista scomparso -. Lo avevo incontrato recentemente in ospedale e poi a casa e avevamo parlato del sindacato e delle sfide future nel mutato contesto lavorativo, ma anche di politica, sua enorme passione. Eravamo insieme alla moglie Giovanna, presenza costante e sempre discreta che lo ha assistito con dedizione e amore. A lei e ai familiari tutti esprimo a nome della Fim le più sentite condoglianze. La sua figura di rappresentante sindacale rimane per tutti noi emblematica per l’equilibrio e la saggezza nel cogliere sempre i veri obiettivi. La sua presenza all’interno del direttivo provinciale non passava mai inosservata per gli interventi sempre in grado di stimolare il dibattito interno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Luigi Pastore, sindacalista delegato alla Omad di San Fior

TrevisoToday è in caricamento