rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità

Addio a Luigina Bortolatto: «Storica dell'arte a cui il Veneto deve molto»

Aveva 91 anni ed è morta a Roma, dove viveva da alcuni anni. Trevigiana, ha insegnato per anni nei licei della città. Giovedì 11 febbraio cerimonia d'addio nel cimitero di Zero Branco

Dopo una vita dedicata alla passione e all'insegnamento della cultura, la storica dell'arte trevigiana Luigina Bortolatto è mancata all'affetto dei suoi cari a 91 anni. Tra i maggiori esperti in Italia dell'opera di Gina Roma, aveva insegnato per anni al liceo Canova e al liceo artistico.

Ideatrice del Concorso nazionale per scenografi al Teatro comunale di Treviso, Luigina Bortolatto ha realizzato film sull'arte premiati al Festival di Asolo e che hanno aperto la Biennale Cinema di Venezia 1983. Negli ultimi anni si era trasferita a Roma, vicina ai nipoti, continuando a scrivere e a organizzare mostre. Il presidente del Veneto, Luca Zaia, ha voluto ricordarla con queste parole: «La sua conoscenza e la sua passione artistica erano di una profondità universale. Ma a me piace ricordarla, oggi che è venuta a mancare, per le sue grandi doti di studio e divulgative che ha dimostrato affrontando i grandi artisti veneti, da quelli del passato come Giorgione, Tiziano e Canova ai più moderni come Arturo Martini e Toni Benetton.  Il Veneto le deve molto come bandiera e come custode delle sue maggiori espressioni culturali. Non sarà dimenticata». I funerali saranno celebrati a Roma mercoledì 10 febbraio, ore 15, nella Basilica dei Santi Pietro e Paolo all'Eur. Il giorno seguente, giovedì 11 febbraio si terrà una breve cerimonia di commiato al cimitero di Zero Branco, sempre alle ore 15.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Luigina Bortolatto: «Storica dell'arte a cui il Veneto deve molto»

TrevisoToday è in caricamento