menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Luis Piccoli (Credits: Onoranfe funebri B&M)

Antonio Luis Piccoli (Credits: Onoranfe funebri B&M)

Radio Conegliano in lutto: addio al direttore Antonio Luis Piccoli

Aveva 64 anni e da cinque lottava contro un tumore alla gola. Legatissimo al Brasile, aveva insegnato all'Università di Porto Alegre. Lascia moglie e figlia: sabato i funerali

«Nessuno muore sulla Terra finché vive nel cuore di chi resta». Sono queste le parole con cui i familiari hanno voluto ricordare Antonio Luis Piccoli, direttore di Radio Conegliano, scomparso a soli 64 anni per un tumore alla gola contro cui lottava dal 2016.

Originario di Bento Gonçalves, in Brasile, Piccoli ha trascorso la sua esistenza a cavallo tra Veneto e Sudamerica. Laureatosi in Giornalismo, ha insegnato per vent'anni all'Università pontificia di Porto Alegre. La sua grande passione, però, è sempre stata la radio. Nel 1983, insieme al fratello Carlos Domingos, aveva dato vita al "Grupo Rscom", stazione ascoltatissima in Brasile. Presidente della "Fundacao Cultural Vale Veneto", dal 2005 si era trasferito a San Vendemiano, diventando il direttore di Radio Conegliano e guidando l'associazione "Veneto-Brasile" con sede sempre a Conegliano. Nelle ultime settimane le sue condizioni di salute erano drasticamente peggiorate costringendolo al ricovero all'hospice Antica Fonte dove giovedì 18 febbraio è mancato all'affetto dei familiari. Il suo obbiettivo è sempre stato quello di rafforzare il gemellaggio e il legame tra la nostra regione (terra d'origine dei suoi nonni) e il Brasile dov'era tornato per l'ultima volta nel 2019 insieme a una delegazione proprio di Conegliano. Piccoli lascia la moglie Maristela, la figlia Giuliana (10 anni), mamma Assunta e i fratelli Beatriz, Carlos e Silvana insieme a decine di amici e colleghi conosciuti in una vita di lavoro e passione per la radio. I funerali sabato 20 febbraio, alle ore 10, nella chiesa dei Santi Martino e Rosa di Conegliano. Aperta una raccolta fondi per riportare le ceneri in Brasile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento