Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità Centro

Madona Granda perde uno dei suoi simboli: addio alla storica edicola

Il consigliere comunale Tocchetto: "Quanti ricordi di chiacchierate con Leonida, sua moglie e con i figli quando si andava a prendere i giornali locali e si discuteva dei fatti della città"

"Un pezzo di storia di Madona Granda oggi sarà rimosso. L’edicola di Leonida Coghetto chiusa da tempo viene tolta. Certo ormai aveva smesso la sua funzione ed è giusto così, ma quanti ricordi di chiacchierate con Leonida, sua moglie e con i figli quando si andava a prendere i giornali locali e si discuteva dei fatti della città. Che bei ricordi". A dirlo, quasi commossa, è il consigliere comunale del Partito Democratico Antonella Tocchetto.

L'edicola di Coghetto diventa quindi la seconda struttura storica ad essere rimossa da tutta la zona in meno di un anno dopo che a dicembre 2020 il Comune aveva già "eliminato" la vecchia cabina della polizia locale a Porta Carlo Alberto, ormai vetusta e degradata, il tutto per rendere meno degradata ed esteticamente più bella la città. La vecchia cabina era difatti una di quelle strutture da tempo nel mirino dei cittadini che la consideravano ormai una "mini cattedrale nel deserto". Simbolo di tempi passati, infatti, la cabina era stata attiva per innumerevoli anni all'incrocio della zona prima che venisse attivato il Put negli anni 2000, ma già dal '97/98 (come dimostravano alcuni elenchi della Telecom ancora conservati al suo interno) era ormai stata abbandonata. In ogni caso, negli anni la cabina ha sempre creato dibattito tra chi l'avrebbe voluta mantenere, a ricordo di tempi passati, e chi invece l'avrebbe voluta eliminare in quanto non in sintonia con il paesaggio delle mura cittadine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madona Granda perde uno dei suoi simboli: addio alla storica edicola

TrevisoToday è in caricamento