Mamma morta di tumore dopo il parto: consegnato l'assegno ai familiari

Consegnati alla famiglia di Marie Louise Monehode i fondi raccolti dalla onlus "Amiche per la Pelle". Cinquemila euro che aiuteranno i familiari della donna ad andare avanti

In foto la consegna dell'assegno ai familiari di Marie Louise

Martedì mattina, 24 dicembre, presso la sala di rappresentanza del Comune di Vittorio Veneto, la famiglia di Marie Louise Monehode, scomparsa lo scorso ottobre per un tumore alla mammella, ha ricevuto dalle mani di Manuela Tonon, presidente di "Amiche per la Pelle" onlus, la somma di 5mila euro, che l’associazione ha raccolto per sostenere i figli e il marito Albert Wappi in questo triste momento della loro vita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla consegna hanno preso parte il sindaco Antonio Miatto, Francesco Benazzi, direttore generale dell'Ulss2, l’eurodeputato Antonio Da Re e l’assessore ai Servizi Sociali Antonella Caldart. Il sindaco Miatto ha aperto la cerimonia salutando i presenti e ringraziando «Amiche per la Pelle» e tutti coloro i quali «si sono adoperati per la migliore riuscita di un’iniziativa che ha avuto davvero un ottimo risultato.  Noi - ha proseguito il sindaco - non possiamo che garantire che la nostra presenza ci sarà sempre per questa famiglia così duramente colpita ma che speriamo torni a sorridere». Manuela Tonon, presidente di «Amiche per la Pelle» si è detta grata alle tante persone «che hanno creduto nell’associazione ed hanno risposto all’appello con generosità dimostrando che si è ancora capaci di essere solidali». Rivolgendosi a Lambert Wapi, la presidente Tonon ha poi sottolineato come, in simili frangenti, «a volte si faccia fatica a ricevere aiuto e si tenda a chiudersi ed è bello che Lambert abbia invece accettato ciò che le persone di cuore gli vogliono offrire». Per Lambert Wappi, che ascoltava commosso, ha avuto parole di stima anche il dottor Francesco Benazzi: «Un uomo forte, che ama i propri figli - ha detto il direttore della Ulss 2, che poi ha aggiunto - Sono grato per il loro impegno ad ‘’Amiche per la Pelle’’ e all’amministrazione comunale perché ora c’è davvero bisogno di restare al fianco di Lambert che deve crescere dei bambini piccoli». «Si è mosso il cuore buono della nostra città - ha concluso l’assessore Antonella Caldart – che è stata fin da subito vicino alla famiglia con tante iniziative e lo sarà anche in avvenire».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Misteriosa scia luminosa solca i cieli tra le province di Treviso e Venezia

  • Famiglia Zoppas in lutto: morto a soli 55 anni il noto manager Marco Colognese

  • Sparisce di casa andando a fare la spesa: ritrovato nella notte

  • Finisce in acqua mentre gioca in giardino, bimba di due anni muore annegata

  • Coronavirus, oltre 10mila contagi in Veneto: cinque morti nella Marca

  • Infarto al supermercato: pensionato muore facendo la spesa

Torna su
TrevisoToday è in caricamento