Mamme con la partita iva: le loro storie raccolte in un libro

Giovedì 13 dicembre la trevigiana Valentina Simeoni presenterà la sua nuova opera all'auditorium della Cgil di Treviso per spiegare come "vivere allegramente la maternità da libere professioniste"

Foto tratta da Google Immagini

Insieme all’autrice castellana Valentina Simeoni, giovedì 13 dicembre alle ore 18.45 all’auditorium Cgil di via Dandolo a Treviso, organizzata dal Nidil Cgil provinciale, avrà luogo la presentazione del libro “Mamme con la Partita Iva. Come vivere allegramente la maternità quando tutto è contro”, edito da Sonzogno 2018.

Un’occasione per discutere di una categoria spesso dimenticata, che oggi rientra a tutti gli effetti nel precariato e alla quale manca il pieno accesso a diritti costituzionali come il sostegno alla maternità. A partire dall'esperienza di vita di una lavoratrice autonoma "felice" che non vuole rinunciare a essere anche mamma, si discuterà di come trovare nuove forme di tutela e di cosa può fare il Sindacato. Introdurrà Alessandro Squizzato del NIDIL CGIL di Treviso. A dialogo con l’autrice l’archivista e libera professionista Francesca Poggetti. Interventi del Coordinamento Donne CGIL Treviso. Valentina Simeoni ha trentacinque anni e vive a Castelfranco Veneto. È laureata in Filosofia e dottoressa in Antropologia socio-culturale. Ha svolto ricerche sul campo nel Caucaso meridionale e in America tra i Navajo. Fra le sue pubblicazioni accademiche c’è un saggio sulle narrazioni della gravidanza in Facebook.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Mi chiamo Valentina e sono una di voi: lavoratrice autonoma dal 2012, partita Iva dal 2013, mamma dal 2016.» Ma Valentina è una mamma un po’ particolare: poiché la cosa che le piace di più al mondo è, parole sue, osservare la gente, ha studiato per diventare antropologa. Questo non le ha impedito di fare tutti i mestieri del mondo: l’operaia, la gelataia, la copywriter, la cuoca – e oggi fa l’insegnante di italiano per stranieri. Ma osservare la gente rimane la sua vocazione. E così ha cominciato a raccogliere storie di altre donne che, come lei, stanno affrontando la maternità nella condizione tutta particolare della lavoratrice con partita Iva, perennemente appesa alle scadenze, perennemente in cerca di lavoro, perennemente in lotta per farsi pagare il dovuto. Ne è risultato un libro d’inchiesta drammatico ed eccitante, pieno di storie e di aneddoti, ricco di esperienze positive e negative. Nel quale ogni donna, specie se giovane madre o futura madre o desiderosa di essere madre, può trovare qualcosa di utile o confortante. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Superenalotto, doppia vincita nel weekend in provincia di Treviso

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Maltempo, albero cade e travolge un'auto: vigilante ferito

  • Coronavirus, Zaia: «Gli immigrati della Serena devono tornare a casa loro»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento