rotate-mobile
Attualità Montebelluna

Choc alla corsa dell'Avis: maniaco si masturba dietro le ragazze che corrono

Episodio gravissimo nel weekend appena trascorso. Il maniaco, riuscito a fuggire, è un uomo sulla quarantina vestito con una tuta grigia e un borsello a tracolla. Allarme sui social

Un gesto vergognoso e osceno ha scosso le numerose partecipanti della corsa non competitiva organizzata dall'Avis di Montebelluna sul Montello sabato scorso. La manifestazione sportiva aveva raccolto numerose adesioni ma è stata rovinata da uno spiacevole episodio denunciato sui social nelle scorse ore.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", una signora che aveva preso parte alla corsa ha raccontato come, durante la gara, un signore sulla quarantina sia comparso all'improvviso lungo il tragitto mettendosi tra lei e un gruppo di ragazzine tutte minorenni. Senza che le giovani (età massima 13 anni) se ne accorgessero l'uomo ha iniziato a seguirle e all'improvviso ha iniziato a masturbarsi dietro di loro. Un gesto scioccante denunciato dalla signora che aveva assistito alla scena ai volontari della Protezione civile. La segnalazione è arrivata però troppo tardi e l'uomo è riuscito a far perdere le sue tracce lungo il percorso. Vestito con una tuta grigia e un marsupio a tracolla, il quarantenne sarebbe comparso all'improvviso al termine di una salita, lungo un tratto piano e ha agito senza farsi notare dalle ignare ragazzine. Stando alla segnalazione della donna le giovani non sarebbero state toccate dal maniaco ma ora, sul Montello, la preoccupazione di chi va a correre è aumentata a dismisura. L'allarme sui social ha fatto partire la caccia all'uomo ma il maniaco, per il momento, resta a piede libero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Choc alla corsa dell'Avis: maniaco si masturba dietro le ragazze che corrono

TrevisoToday è in caricamento