rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità San Pietro di Feletto

La cantina Le Manzane dona all’Enpa un assegno di 16 mila euro

La famiglia Balbinot ha consegnato oggi alla Scuola Enologica di Conegliano il ricavato dell’11ª edizione della vendemmia solidale. Le bottiglie di Prosecco Superiore vendute a Natale hanno finanziato il Progetto Sociale dell’Ente Nazionale Protezione Animali di Treviso

I titolari della cantina Le Manzane, Ernesto Balbinot, la moglie Silvana, i figli Marco e Anna hanno consegnato questa mattina al presidente provinciale dell’Enpa, Massimo Bordoni, un assegno di 16.022,80 euro. Ad ospitare l’evento l’Istituto Statale Superiore G. B. Cerletti di Conegliano. La somma è il frutto dell’11ª edizione della Vendemmia Solidale, Festa e Beneficenza nella Terra del Prosecco Superiore, che si è svolta lo scorso 11 settembre tra i filari di Glera della tenuta di San Pietro di Feletto. La manifestazione è stata organizzata dalla cantina Le Manzane in collaborazione con l’Ente Nazionale Protezione Animali, Sezione di Treviso. Circa 500 le persone che hanno partecipato alla giornata di raccolta dell’uva. 92,20 i quintali di Glera raccolti per essere poi vinificati e spumantizzati a parte. Una percentuale del ricavato della vendita, nel periodo prenatalizio, delle bottiglie di Prosecco Superiore ottenuto, insieme all’intero incasso della giornata, è stato devoluto all’Enpa.

«Ringrazio l’azienda Le Manzane per aver scelto questo luogo - ha dichiarato il dirigente scolastico del Cerletti, Mariagrazia Morgan - che è un po’ un simbolo, in quanto forma tutti i tecnici che poi lavoreranno in questo settore. Inoltre mi complimento, a nome di tutto l’istituto, per la finalità scelta. Le cantine del nostro territorio, grazie al lavoro svolto in tutti questi anni, sono diventate delle realtà qualificate, che producono vini di altissima qualità. Importante è questa attenzione nei confronti delle associazioni del territorio per supportarle e per dare una mano a chi, in questo momento, può avere bisogno della solidarietà».

«E’ stato un piacere e un onore per me accompagnare questo progetto - ha detto il vicesindaco di San Pietro di Feletto, Loris Dalto -, credo per tutti gli 11 appuntamenti di consegna del ricavato della vendemmia solidale. La cantina Le Manzane è un’azienda sensibile che sa, attraverso questa iniziativa,  restituire al territorio. Le associazioni non profit beneficiano di questi proventi che permettono loro di portare avanti importanti progetti nel campo del sociale».

«Oggi scriviamo l’ultima pagina di questo bellissimo progetto - hanno spiegato Ernesto Balbinot, la moglie Silvana Ceschin insieme ai figli Marco e Anna - siamo felici di contribuire a finanziare le attività di “caregiving” che le strutture della locale sezione dell’Ente Nazionale Protezione Animali rivolgono alle persone che si trovano in un momento di difficoltà».

«A nome di tutti i volontari Enpa - ha dichiarato il presidente provinciale, Massimo Bordoni - ringrazio la cantina Le Manzane per l’importante sostegno al nostro Progetto Sociale per garantire una vita dignitosa a delle creature indifese e senza voce. Da gennaio 2023 ad oggi abbiamo gestito 56 cani aiutando altrettante famiglie che per motivi economici o di salute non riescono a curare e a mantenere il proprio amico a quattro zampe. Alcuni di loro li abbiamo dovuti accogliere in struttura, mentre altri siamo riusciti a gestirli direttamente in famiglia. Oltre alla crisi economica, con molte famiglie che non riescono ad arrivare alla fine del mese, ci sono anche i soliti furbi che fingono problemi per abbandonare il proprio animale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cantina Le Manzane dona all’Enpa un assegno di 16 mila euro

TrevisoToday è in caricamento