rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Attualità Centro

Una mappa dei furti in città con le segnalazioni dei cittadini: progetto al via

Da sabato 1 febbraio grazie alle segnalazioni ricevute dai cittadini la Polizia locale di Treviso potrà individuare le zone più critiche e implementare le attività di controllo

Dal 1 febbraio prenderà il via la “mappatura” dei furti. Il Comando di Polizia locale di Treviso è infatti pronto a ricevere le segnalazioni dei cittadini che hanno subito dei furti in casa al fine di predisporre una carta geografica del territorio comunale con i punti dove si concentrano maggiormente tali reati.

I cittadini potranno segnalare alla centrale operativa tramite il numero 0422 1915555 oppure all’indirizzo mail pl.giudiziaria@comune.treviso.it eventuali furti subiti, inoltrando anche la denuncia presentata presso gli organi di polizia. Questo permetterà di tenere un monitoraggio continuo delle zone più colpite, incrementando ulteriormente i controlli mantenendo comunque sempre le pattuglie preserali e serali in tutti i quartieri nell'azione di contrasto ai reati predatori che colpiscono le abitazioni e gli appartamenti. I servizi della Polizia Locale nella lotta ai furti è quotidiana con pattuglie su tutto il territorio che, dalle 17 alle 21.30, si concentrano per una vigilanza capillare delle vie, cui si aggiungono i controlli sui veicoli con l'identificazione degli occupanti. Dal 4 novembre al 31 dicembre sono stati effettuati 306 posti di controllo ed identificate 3366 persone e i dati comunicati da Polizia e Carabinieri, che registrano un forte calo di furti, testimoniano l'efficacia anche della presenza della Polizia Locale in tema di sicurezza urbana. «La mappatura dei furti è anche un modo per studiare e contrastare questi veri e propri professionisti della violenza domestica», le parole del comandante della Polizia locale, Andrea Gallo. «Chiediamo ai cittadini di specificare a che ora può essere avvenuto il furto e di precisare se si tratta di abitazione, se di appartamento, a quale piano è situato, se erano state lasciate luci accese e se vi è la presenza di antifurto».Tutti questi dati saranno elaborati dal Comando per contrastare nel modo più efficace possibile i furti in abitazione commessi sul territorio comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una mappa dei furti in città con le segnalazioni dei cittadini: progetto al via

TrevisoToday è in caricamento