rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Attualità Susegana / Via XXIV Maggio, 1

Marcia dei castelli, in novemila per la passeggiata sulle colline Unesco

Successo trionfale domenica 12 marzo per l'evento non competitivo organizzato dalla Cantina Conte Collalto. Quattro i percorsi di gara, 61 i gruppi premiati al traguardo e 200 volontari coinvolti

L’appuntamento era dalle 7.30 davanti alla cantina Conte Collalto di Susegana. L'azienda agricola nel 2024 festeggerà i suoi 120 anni di attività collocandosi nella hit parade delle cantine storiche italiane: si tratta infatti di una delle realtà vitivinicole italiane più antiche. Domenica 12 marzo ha ospitato la Marcia dei castelli 2023, evento che ha richiamato a Susegana 9mila persone.

8-6

Una marcia non competitiva organizzata in tre diversi percorsi da 7, 13 e 19 chilometri, ai quali si è aggiunto un percorso baby di 4 chilometri. Tra gli organizzatori Antonio Cenedese, alias Tony Roccia, una vera e propria istituzione per il territorio: «Un trionfo di partecipanti, più di 9mila - il suo commento -. La marcia di quest’anno ha portato gli iscritti a visitare anche luoghi molto particolari come l’Abbazia di San Daniele e il Colle della Tombola: un contesto paesaggistico di notevole interesse naturalistico di cui fa parte il Tombolino, il secolare ippocastano a guardia del Colle della Tombola. Raggiunto anche Col di Guarda, che è il punto più alto delle colline suseganesi».

7 (1)

Molte quest’anno le novità firmate Cantina Conte Collalto. A partire proprio dal percorso che ha attraversato i vigneti e le proprietà boschive appartenenti alla Principessa Isabella Collalto de Croÿ. Inoltre, la cantina ha istituito due nuovi premi: il primo destinato al gruppo di donne più numeroso al quale è stata riservata una bottiglia di Magnum Violette. Si tratta di un Rosé Spumante Extra-Dry. Violette nasce sulle colline attorno al castello di San Salvatore, è prodotto da uve Manzoni Moscato, incrocio di Raboso Piave e Moscato d’Amburgo. Un omaggio alla dinastia Collalto: Violette è anche il nome della figlia della Principessa Isabella Collalto de Croÿ. Mentre al “gruppo storico”, che può vantare la propria partecipazione da più anni alla marcia, è stato invece omaggiato con un Magnum di Rambaldo, riserva e fiore all’occhiello della sezione dei vini nobili della Cantina. Il nome Rambaldo deriva appunto dal Conte Rambaldo VIII: fu lui a far costruire, nel XIII secolo, il castello di San Salvatore. Come sottolineato dall'assessore allo sport e alla cultura Daniele Chiesurin questa era la prima marcia che sulle colline del Prosecco dopo la nomina Unesco. 61 i gruppi premiati, 200 i volontari coinvolti che hanno distribuito panini, bibite e frutta a tutti i partecipanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marcia dei castelli, in novemila per la passeggiata sulle colline Unesco

TrevisoToday è in caricamento