menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La verifica della cucina del Maffioli

La verifica della cucina del Maffioli

Sopralluogo alla sede del “Maffioli”: «Un gioiello scolastico nella Pedemontana»

Il Presidente della Provincia di Treviso, Stefano Marcon, su Villa Fietta di Pieve del Grappa: «Dove c’è terreno fertile, noi seminiamo»

Nella giornata di giovedì è avvenuto un sopralluogo del presidente della Provincia di Treviso, Stefano Marcon, alla sede distaccata dell’Istituto Alberghiero “Maffioli” che ha trovato spazio nell’ex convento Villa Fietta a Pieve del Grappa. Si tratta di un’operazione che ha visto l’ammodernamento della struttura per realizzare ben 8 aule, un laboratorio di informatica, un laboratorio di cucina, la sala da pranzo, il laboratorio bar, un atrio, servizi igienici interni ed esterni e uno ampio spazio esterno per l’intervallo. Sono 158 gli studenti rientrati in classe lunedì scorso che stanno usufruendo della nuova e funzionale sede.

La Provincia di Treviso ha sottoscritto con la proprietà, la Congregazione dei Fratelli delle Scuole Cristiane, un contratto di affitto per 6 anni a 64.900 euro l’anno, a fronte del quale sempre la proprietà ha effettuato gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria per mettere a norma la struttura, in collaborazione con la Provincia e il Comune di Pieve del Grappa, che ha messo a disposizione anche la palestra comunale vicina e ripristinato la fermata MoM. Alla visita erano presenti anche la sindaca di Pieve del Grappa, Annalisa Rampin, il consigliere provinciale delegato alla Scuola, Alessandro Righi, il dirigente scolastico del “Maffioli”, Nicola Zavattiero, e il rappresentate della proprietà, Sileno Rampado.

«Quando c’è sinergia e la volontà di portare a compimento le operazioni per il bene della comunità, queste si realizzano con più facilità. Dove c’è terreno fertile, noi seminiamo. E qui a Pieve del Grappa l’intesa tra Provincia, Comune e proprietà ha permesso in poco tempo di chiudere l’accordo che ora vede questa magnifica sede per i ragazzi e le ragazze del Maffioli – ha detto Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso – devo ringraziare tutti quanti si sono adoperati per mettere in piedi in pochi mesi durante l’estate questa scuola, a partire da tutto il team che segue l’edilizia scolastica in Provincia di Treviso. Tutti i circa 40 mila studenti delle scuole secondarie superiori della Marca hanno un posto sicuro dove poter studiare al meglio».

«Il nostro territorio può vantare diverse eccellenze scolastiche e questa sede del Maffioli ne è sicuramente un esempio – ha detto la sindaca Annalisa Rampin – non posso che ringraziare la Provincia per l’impegno dimostrato e tutti quanti si sono adoperati per mantenere gli studenti nel nostro Comune». «Oggi una nuova tappa del percorso che la sinergia tra le istituzioni ha reso possibile, con l’obiettivo di mettere in sicurezza tutte le scuole superiori della Marca» ha aggiunto Righi. «Offrire una sede stabile è una garanzia per la serenità e la qualità dello studio, sicuramente uno dei nostri obiettivi, reso possibili qui a Pieve del Grappa grazie alla Provincia, al Comune e alla proprietà. Villa Fietta è un luogo che rappresenta la scuola che accoglie, tutti» ha chiuso il dirigente Zavattiero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

social

Le voci più belle del Festival di Sanremo sono venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento