Attualità Via Roma, 28

Cavaso, nonna Maria spegne 101 candeline in casa di riposo

Giovedì 19 aprile la signora Maria Lorenzin, ospite della casa di soggiorno "Binotto" a Cavaso del Tomba, ha festeggiato il compleanno con i parenti nella stanza degli abbracci

In foto, la signora Maria Lorenzin con un gradito regalo di compleanno

Un nuovo traguardo di longevità per gli ospiti della residenza "Binotto" a Cavaso del Tomba: Maria Lorenzin, nata nel 1920, giovedì 29 aprile ha compiuto 101 anni. La signora ha festeggiato il compleanno con i familiari in tutta sicurezza grazie alla “postazione degli abbracci”.Numerosi i messaggi arrivati sia dalla sua città di origine, Castelfranco Veneto, che dalla sua città di adozione, Cavaso del Tomba. Ospite della residenza "Binotto" dal 2017, Maria ama ancora fare passeggiate in autonomia dentro la struttura e nel parco, e ha imparato a usare le nuove tecnologie, come smartphone e tablet con cui videochiama spesso i parenti.

Nata in una famiglia molto numerosa composta da dieci fratelli, per Maria venne presto il momento di entrare nel mondo del lavoro per garantire il suo apporto al sostentamento della famiglia. Già da giovanissima, iniziò a prestare servizio presso alcune famiglie benestanti e in seguito lavorò anche come aiuto infermiera presso l'Ospedale di Castelfranco. Maria racconta con orgoglio l'impiego all'ospedale, spiegando che la sua esperienza le permette di apprezzare enormemente l'impegno degli operatori sanitari, soprattutto in questo particolare periodo di emergenza sanitaria. Dopo il matrimonio Maria si trasferì in Belgio con il marito, con cui ebbe quattro figli (tre maschi e una femmina). Le nuove generazioni della sua famiglia contano oggi otto nipoti e cinque pronipoti. Terminata la loro esperienza all’estero e tornati in Italia, per ragioni di salute del marito, Maria aprì un’osteria a San Floriano, gestita per anni con passione ed entusiasmo, sempre apprezzata da tutti i clienti. «Facciamo i nostri più sinceri e affettuosi auguri di buon compleanno alla signora Maria - conclude l'amministratore delegato del Gruppo Prealpina, Giuseppe Franceschetto - Raggiungere i 101 anni è un dono per pochi e questa meravigliosa storia di vita è esempio di forza e speranza».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cavaso, nonna Maria spegne 101 candeline in casa di riposo

TrevisoToday è in caricamento