Unioncamere Veneto: Mario Pozza confermato presidente fino al 2021

Apprezzato il lavoro nei primi nove mesi, il Consiglio rinnova la fiducia. Pozza: "Convinto del ruolo fondamentale di Unioncamere per lo sviluppo economico e sociale delle nostre terre"

TREVISO Giovedì 20 settembre il Consiglio di Unioncamere del Veneto, riunitosi presso la sede di Marghera per l’elezione  del presidente, ha riconfermato Mario Pozza quale rappresentante dell’Ente Camerale regionale.

Pozza, nato il 27 ottobre 1959 ed attuale presidente della Camera di Commercio di Treviso – Belluno, vicepresidente di Unioncamere italiana e consigliere di Assocamerestero, resterà in carica fino al 2021. L’elezione, avvenuta ai sensi del nuovo statuto deliberato a maggio 2018, può essere inclusa tra i principali risultati del percorso di revisione intrapreso dal Sistema Camerale veneto, che ha anticipato spontaneamente quello nazionale, in conformità alla legislazione sul riordino delle funzioni e del finanziamento delle Camere di Commercio in Italia. Le ultime previsioni statutarie recepiscono l’attuale orientamento del mercato e il contesto  in cui agiscono le imprese, particolarmente quelle di piccola e media dimensione, molteplici e diffuse nel Veneto. Disegnano un'associazione rafforzata e moderna. Prevedono inoltre che il presidente dell’Unione sia nominato rispettando un criterio di rappresentatività e che il segretario generale provenga da una delle Camere associate, promuovendo quindi la corresponsabilità nella gestione dei servizi e garantendo il riconoscimento e la valorizzazione dei territori di appartenenza. "Ringrazio i componenti del Consiglio di Unioncamere del Veneto" ha dichiarato Pozza "e accetto l’incarico, che pur si somma a numerosi e impegnativi altri compiti, perché sono convinto del ruolo fondamentale di questa Unione per lo sviluppo economico e sociale delle nostre terre, anche come modello organizzativo per la crescita della  imprenditorialità veneta. Chiedo a tutti i colleghi, ai Segretari camerali e ai collaboratori di lavorare in squadra, non solo per beneficiare delle economie di scala ma anche per assicurare efficacia ed efficienza operativa". "Come dichiarai nel presentarmi all’inizio del mio primo mandato e posso dunque oggi constatare nei fatti» conclude il confermato presidente «quest’Unione si pone come sicuro riferimento per le imprese e l’economia regionale, complementare ed integrativo alle funzioni dalle Camere di Commercio del Veneto, rafforzando il coordinamento con la Regione e in un approccio che coglie appieno le opportunità in ambito europeo e le volge in risorse". Dalla costituzione di Unioncamere del Veneto, il 25 gennaio 1965, Mario Pozza è il tredicesimo presidente.

“Mi congratulo con Mario Pozza per la sua riconferma alla presidenza di Unioncamere Veneto, che va vista anche come apprezzamento per come ha saputo condurre finora l’Unione delle Camere di Commercio”. Con queste parole il Presidente della Regione Luca Zaia commenta la nomina di Pozza alla guida di Unioncamere Veneto da parte del Consiglio dell'associazione camerale regionale. Resterà in carica fino al 2021.  “Mi complimento con lui – conclude Zaia – e gli auguro i migliori successi per il suo rinnovato incarico, assicurando tutta la collaborazione della Regione per lo sviluppo economico e sociale dei nostri territori e per la crescita dell’imprenditoria veneta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento