Fp Cgil di Treviso, la nuova segretaria generale è Marta Casarin

Con voto unanime l’assemblea dei delegati ha scelto, martedì 9 giugno, il successore di Ivan Bernini, da alcuni mesi investito del ruolo di segretario regionale della Fp Cgil Veneto

In foto due momenti dell’elezione di Marta Casarin

Un’altra donna della Cgil trevigiana ricopre da oggi, martedì 9 giugno, il vertice di una sigla sindacale del quadrato rosso. È la categoria dei lavoratori pubblici e privati che svolgono funzioni di pubblico servizio, che in provincia di Treviso conta 3.244 iscritti, le cui redini, con voto unanime, sono state affidate dai 40 delegati riuniti in assemblea generale alla 38enne Marta Casarin.

Figlia d’arte, percorre i corridoi delle sedi trevigiane della Cgil dal 2003, quando inizia il suo percorso sindacale come operatrice del Patronato Inca, per approdare dopo quattro anni alla Funzione Pubblica, prima funzionario poi nella segreteria provinciale di Ivan Bernini. Per la Sigla la Casarin ha seguito in particolare il settore dell’igiene ambientale, il Terzo Settore e la cooperazione sociale e i Centri di Servizi per anziani. Il segretario uscente, Ivan Bernini, portati a termine i due mandati consecutivi a Treviso, è dallo scorso 20 febbraio il segretario regionale della Funzione pubblica Cgil Veneto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Mettere fine alla retorica dei fannulloni ma anche a quella degli eroi, per ridare il giusto valore, umano e contrattuale, al lavoro, dentro una logica di filiera territoriale e di integrazione, corretta e leale, tra pubblico e privato - afferma Marta Casarin, segretaria generale Fp Cgil di Treviso - privilegiando le strategie di sistema e la qualità dell’occupazione e dei servizi. Questa è una sfida che la Marca può vincere e che oggi più che mai si impone forte nel mondo della Sanità e del socio-sanitario fino alla macchina complessa quanto fondamentale della pubblica amministrazione e degli enti locali. I fatti, l’emergenza, degli ultimi mesi - ha sottolineato Casarin - ci ha confermato che le rivendicazioni avanzate negli anni e le problematiche evidenziate dal sindacato non erano solo più che legittime nei confronti di lavoratori e cittadini ma anche profondamente corrette nell’analisi di un sistema retto da forti contraddizioni pronte a esplodere, sia a livello contrattuale sia organizzativo gestionale. Il prossimo futuro sarà fondamentale per intraprendere un percorso correttivo o una deriva dalla quale non si torna indietro. Come sindacato faremo di tutto, dalla negoziazione alla mobilitazione, per trarre il meglio dalla situazione difficile di questo periodo e riportare il sistema nei giusti binari».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Mister Italia 2020, un 27enne di Mogliano vince la fascia di Mister Fitness

  • Rimorchio si rovescia in strada, persi quasi 40 quintali di uva

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento