rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Attualità Maserada sul Piave

Addetti antincendi boschivi, il corso ospitato dalla protezione civile di Maserada

I nuclei Avab della Protezione Civile costituiscono un valido supporto ai Vigili del Fuoco e alle comunità locali, in ambito di monitoraggio e prevenzione degli incendi boschivi in montagna o nelle aree periferiche

Si è tenuto nell’area golenale del “Parabae”, a Maserada sul Piave, il corso base di antincendio boschivo, della durata di 24 ore, promosso dai Servizi Forestali della Provincia di Treviso con la presenza di 26 volontari delle associazioni dei Nuclei di Protezione Civile dei Comuni di Maserada sul Piave, Zero Branco, Pederobba, Valdobbiadene, Miane, Revine Lago e Tarzo. Il corso era presieduto da una decina di formatori, facenti parte dei Nuclei di Protezione Civile della Pedemontana del Grappa, Miane, Altopiano di Asiago, Sette Comuni, Colli Euganei, Cavallino Tre Porti, Pieve di Cadore, Albignasego, Padova e dell’ANA di Feltre. Le squadre formate, rispettivamente una da 5 e le altre da 6 volontari, si sono cimentate in vari scenari di emergenza a rotazione, con l’ausilio della vasca antincendio, dei moduli con autopompe e, per finire, con lo stendimento delle manichette e le operazioni con le attrezzature degli schiumogeni. Durante la cerimonia di chiusura e di saluto sono intervenuti anche i rappresentanti delle varie associazioni e dei gruppi AVAB della Protezione Civile (Associazione volontari antincendi boschivi). A rappresentare il Comune di Maserada sul Piave, c’era il sindaco Lamberto Marini, che ha portato i saluti a nome dell’amministrazione comunale. Dopo il momento conviviale, il corso si è concluso con l’esame finale, costituito dal test scritto e dalla prova pratica.

Il corso ripreso dal drone

I nuclei AVAB della Protezione Civile costituiscono un valido supporto ai Vigili del Fuoco e alle comunità locali, in ambito di monitoraggio e prevenzione degli incendi boschivi in montagna o nelle aree periferiche come le zone golenali delle Grave del Piave, caratterizzate dalla presenza di vegetazione, che nel periodo di siccità è a forte rischio d’incendio. L’attività di prevenzione e di vigilanza antincendio boschivo è fortemente sollecitata dalla Prefettura di Treviso con la periodica emanazione di circolari indirizzate ai sindaci del territorio provinciale, al fine di attivarsi nei limiti territoriali di propria competenza per il contrasto dello sviluppo d’incendi boschivi.

Foto fasi operative del corso

A Maserada sul Piave, l’attività di prevenzione è stata portata avanti dalla Polizia Locale in collaborazione con il nucleo AVAB della Protezione Civile, che al suo interno conta un gruppo di volontari, coordinati dal presidente Sileno Pegorer, i quali specificatamente formati per questo tipo di vigilanza, che opera a bordo di un Land Rover, dotato di un modulo di antincendio boschivo con una cisterna da 600 litri di acque con due manichette (da 200 e da 100 metri), con le rispettive lance per il getto a pressione. L’attività di prevenzione della Protezione Civile si svolge in collaborazione con gli enti locali, ai quali assicura il servizio di valido supporto in perfetta sinergia durante le situazioni emergenziali.

Uno degli interventi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addetti antincendi boschivi, il corso ospitato dalla protezione civile di Maserada

TrevisoToday è in caricamento