rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Attualità

Filctem Cgil, rieletto Massimo Messina: prosegue l'eredità di Cristina Furlan

L’assemblea dei delegati conferma il timone della categoria dei lavoratori dei settori tessile, abbigliamento, chimico e farmaceutico. A Cristina Furlan un ricordo all’avvio dei lavori congressuali

Massimo Messina, segretario generale della Filctem Cgil Treviso, riconfermato al vertice della categoria dei lavoratori dei settori tessile, abbigliamento e calzaturiero, chimico e farmaceutico nata a livello nazionale nel 2010 e che nella Marca quasi 3.400 iscritti, prevalentemente nell’area del capoluogo, del montebellunese, della castellana e dell’opitergino.

Dopo due anni di mandato, l’assemblea congressuale radunatasi lunedì 12 dicembre al Bhr Hotel di Treviso, ha rinnovato la fiducia nella guida di Messina. Proprio nel novembre 2020 la Filctem Cgil trevigiana ha dovuto scegliere un nuovo segretario generale dopo la prematura scomparsa all’età di 55 anni di Cristina Furlan nel giugno dello stesso anno. Un momento di doloro che non ha però intaccato la forza e la capacità della Sigla sindacale della Cgil che con tenacia e determinazione ha portato avanti l’eredità politica e di impegno sul territorio della Furlan. In questi due anni, infatti, non è mancata alla Filctem la capacità di continuare ad affermarsi nelle relazioni industriali, di sviluppare la contrattazione di secondo livello con le aziende, dove sono stati raggiunti ottimi risultati sul versante del miglioramento delle condizioni economiche e di vita dei lavoratori, di presidiare i fronti di crisi, in particolare nel comparto del tessile, di allargare il perimetro della rappresentanza, in termini numerici di circa 160 Rsu nei luoghi di lavoro.

Il commento

«Questo per me è il primo congresso da segretario generale e il primo senza Cristina - afferma emozionato Massimo Messina, riconfermato segretario generale della Filctem Cgil Treviso, dopo il momento di ricordo con il quale si è aperto il quarto congresso -. Di fronte a noi abbiamo quattro anni impegnativi: superata la fase acuta della pandemia, con tutte le complessità che abbiamo dovuto gestire, oggi la crisi energetica e degli approvvigionamenti rappresenta un’atra fase di difficoltà. Non registriamo al momento situazioni problematiche ma lo scenario non è sicuramente di più favorevoli. Se sarà necessario - sottolinea Messina - siamo pronti e preparati per non cedere un metro di contrattazione integrativa e di lottare per la tenuta dei livelli occupazionali dei nostri settori di competenza sia nell’industria sia nel manifatturiero: da quello della chimica e farmaceutica, gomma-plastica, al vetro, dal tessile e calzaturiero, all’occhialeria, da quello delle lavanderie industriali alle tintorie».

La biografia

Massimo Messina, 57 anni, romano di origine e trevigiano di adozione dal 1985, muove i primi passi all’allora Filtea Cgil nei primi anni ’90 come delegato all’Hacca Kappa di Treviso, della quale diventa successivamente segretario. Dopo una breve parentesi per ragioni familiari fuori dal Sindacato, diventa Rsu all’Osram nel 2006 per poi rivestire dal 2015 l’incarico di segretario provinciale nella Filctem Cgil guidata da Cristina Furlan.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filctem Cgil, rieletto Massimo Messina: prosegue l'eredità di Cristina Furlan

TrevisoToday è in caricamento