Trovato senza vita a casa dell'amico, mercoledì l'autopsia di Matteo Martin

Sulla morte del 23enne è stata aperta una inchiesta in cui si ipotizza la morte in conseguenza di altro reato. Stando ai primi riscontri medici Martin sarebbe stato colto da un infarto durante la notte passata a casa dell’amico trevigiano

Matteo Martin

Verrà svolta mercoledì 10 giugno mattina l'autopsia di Matteo Martin, il 23enne di Romano d’Ezzelino trovato privo di vita venerdì mattina nel salotto di casa di un amico, a Borso del Grappa, dove aveva passato la notte.

Sulla morte del 23enne è stata aperta una inchiesta in cui si ipotizza, carica di ignoti, la morte in conseguenza di altro reato. Stando ai primi riscontri medici Martin sarebbe stato colto da un infarto durante la notte passata a casa dell’amico trevigiano. Matteo sarebbe vittima di  un improvviso attacco cardiocircolatorio alle prime luci del mattino, spirando nel sonno per cause naturali.

Non sono state trovate tracce di stupefacenti nell’abitazione ma sarà l’esame autoptico a stabilire con precisione cosa abbia provocato la crisi cardiaca del ragazzo, magari escludendo definitivamente altre ipotesi se non quella di una tragica fatalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Festa nel locale con 120 persone: blitz di polizia, polizia locale e carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento